Andria: segnalati tumori gravi nei bambini, l’ultimo deceduto a pochi mesi

Sono casi gravi quanto preoccupanti quelli segnalati nell’ultimo periodo in città dove alcuni dei bambini colpiti da importanti patologie tumorali hanno persino perso la vita:

L’ultimo caso, risalente all’ultimo periodo, riguarda un bambino deceduto di leucemia a pochi mesi di vita. Un fenomeno che, seppur diffuso a livello nazionale (e non esclusivo del nostro territorio), non deve far abbassare la guardia, spingendo i cittadini ad approfondire su quelle che potrebbero essere ritenute cause o concause attribuibili scientificamente all’aumento della probabilità di queste pericolose malattie. Nel mirino degli esperti, non solo l’alimentazione e lo stile di vita, ma anche i fattori inquinanti, aspetti purtroppo denunciati frequentemente nella città federiciana. Mentre su VideoAndria.com si segnalano spesso roghi di rifiuti inquinanti nonché l’esplosione illegale di fuochi d’artificio (entrambi fenomeni che, abbinati all’ingente rilascio di polveri sottili emesse quotidianamente dai gas di scarico delle automobili, può aumentare il rischio di malattie che colpiscono i polmoni e non solo), sui social leggiamo un post dell’associazione Onda d’Urto Onlus che, riguardo l’altrettanto importante fenomeno dell’inquinamento elettromagnetico, consiglia ai cittadini di “farsi fare certificazioni sanitarie dai medici di famiglia e, per quanto riguarda i bambini, dai pediatri di base da cui risulta lo stato di salute. Da questo momento in poi si potranno valutare eventuali variazioni dello stato clinico e, di fatto, correlare un sospetto di tossicità dopo esposizione. In altri termini siamo tutti esposti come cavie di laboratorio ad test di probabile tossicità, si tratta di una vera e propria sperimentazione in vivo sui cittadini da parte di un fattore di rischio di cui i gestori non si assumono alcuna responsabilità”. Sempre dalla Onlus andriese si aggiunge:

“Tanto è vero che non conosciamo compagnie assicurative che garantiscano la copertura da danni provocati dai campi elettromagnetici. Questo è indicativo del rischio esistente ma non riconosciuto. Inoltre invitiamo i cittadini a chiedere un monitoraggio dei campi elettromagnetici nei luoghi in cui stazionano più a lungo durante la giornata. Se i livelli di campi epettromagnetici dovessero superare la soglia indicata dalle normative vigenti si può fare azione civile contro i gestori. Una cosa è certa: In questo momento c’è una percezione di rischio che inficia la qualità di vita dei residenti. Noi di Onda d’urto laddove possibile lottiamo al fianco dei cittadini per scongiurare nuove installazioni di ripetitori in luoghi non idonei, cerchiamo di dare informazioni corrette ed equilibrate e sopratutto non lasciamo mai soli i cittadini che a noi si rivolgono. La salute collettiva ci sta a cuore come la loro serenità di vita. Vorremmo che i bambini, i ragazzi e i giovani che sono in buona salute in essa rimangano e non si ammalino per cause evitabili” – concludono da Onda d’Urto. E’ inoltre importante ricordare che il pericolo per la salute non è rappresentato solo da malattie gravi, ma anche da alcune sintomatologie che dovrebbero mettere in guardia residenti e amministratori del bene pubblico: I cittadini ci riferiscono aumenti di cefalea, disturbi del sonno e perfino interferenza elettronica con apparecchi di uso quotidiano come il radiocomando di chiusura delle loro auto” – si sottolinea all’inizio dell’intervento sui social. Il post diffuso su Facebook dall’associazione:

Riguardo il blog di VideoAndria.com, ricordiamo che è possibile ricevere tutte le news in tempo reale da Telegram iscrivendosi al seguente indirizzo >https://t.me/andriabarlettatrani< da Instagram al seguente indirizzo >instagram.com/andriapuglia< oltre che da Facebook cliccando “mi piace” su >Facebook.com/VideoAndriaWebtv< e da Twitter al seguente indirizzo >twitter.com/videoandria<.  Sempre attraverso Telegram è possibile inviarci segnalazioni in tempo reale anche con video e foto. E’ possibile scriverci anche via Whatsapp per inviarci segnalazioni anche con foto e video cliccando qui ed iscriversi al gruppo per la ricezione dei nostri link cliccando qui. Ricordiamo, inoltre, che è possibile seguire tutti i nostri tweet all’indirizzo https://twitter.com/videoandria. Gli aggiornamenti di VideoAndria.com sono anche su linkedin.com/company/andrianews e su https://vk.com/andrianews.

#andria #andriesi #casteldelmonte #puglia #altamurgia #murgia #diretta #facebook #twitter #youtube #live #magazine #blog #andrianews #andrianotizie #bat #barletta #trani #barlettanadriatrani #network #cultura #cronaca #politica #minervino #corato #google #googlemaps #meteo #email #web #andriaweb #comunediandria #amministrazione #aggiornamenti #viabilità #denuncia #lavoro #residenti #quartiere #sanvalentino #piazzacatuma #oliodiandria – Andria notizie in diretta live in tempo reale dalla città. Una #città #Viva con #eventi #associazioni #sport #movida #giovani #ricca di #emozioni

Ricordiamo che è possibile ricevere tutte le news in tempo reale dall'app gratuita Telegram iscrivendosi al seguente indirizzo: https://t.me/andriabarlettatrani. Sempre attraverso Telegram è possibile inviarci segnalazioni in tempo reale anche con video e foto. Ricordiamo inoltre che cliccando "MI PIACE" sulla Pagina Facebook.com/VideoAndriaWebtv è possibile seguire tutte le news da Facebook. E' possibile scriverci anche via Whatsapp per inviarci segnalazioni anche con foto e video cliccando qui ed iscriversi al gruppo per la ricezione dei nostri link cliccando qui. Ricordiamo, inoltre, che è possibile seguire tutti i nostri tweet all'indirizzo https://twitter.com/videoandria. Gli aggiornamenti di VideoAndria.com sono anche su linkedin.com/company/andrianews e su https://vk.com/andrianews.