Andria: Sindaco chiede confronto urgente con Regione “intanto compriamo d’asporto per aiutare i commercianti” – video

Acquistare prodotti d’asporto nel giorno dell’Immacolata nell’attesa di chiarimenti dalla Regione Puglia – dopo il confronto in Piazza Umberto I con i titolari dei pubblici esercizi penalizzati dall’improvvisa decisione della reintroduzione della “zona arancione” per la città di Andria, il Sindaco Giovanna Bruno ha fatto il punto della situazione:

“Qualcuno chiede che io ci metta la faccia e come al solito sono qui a farlo. Ho parlato a lungo con gli operatori dei settori maggiormente colpiti dalla nuova ordinanza regionale. Per queste categorie arriva una nuova tegola nel momento in cui stavano provando a ripartire. Domani è la Festa dell’Immacolata e molti di loro hanno sostenuto spese importanti per accogliere i clienti all’interno delle proprie attività. Questo non sarà possibile ma possiamo dimostrare loro la nostra vicinanza facendo ordinazioni d’asporto e consegna a domicilio. Siamo una comunità e insieme ne verremo fuori. Buona Immacolata e buonanotte” – scriveva infatti nella serata di ieri attraverso un post allegato ad un video pubblicamente diffuso sulla Pagina Facebook:
 
Appello, quello dell’acquisto di prodotti d’asporto a sostegno delle attività commerciali, ribadito anche nella giornata di oggi 8 dicembre 2020: “Come ben sapete, quest’ultima ordinanza, per quanto tesa a tutelare il diritto fondamentale alla salute, avrà ripercussioni negative principalmente sul settore economico della nostra ristorazione. Molti ristoratori, infatti, avevano già provveduto ad organizzarsi per la giornata di oggi: questa ordinanza, tuttavia, non solo impedirà loro di riuscire a ricavare dei guadagni, ma rischia di mandare al macero le scorte di alimenti che avevano già acquistato, con un notevole danno economico. Ognuno di noi, però, può sostenere la ristorazione andriese acquistando cibo d’asporto per la festa dell’Immacolata. Abbiamo pensato così di lanciare l’iniziativa “#iocomprodasporto – A TUTELA DELLA SALUTE, A SOSTEGNO DEL COMMERCIO”. L’idea è semplice: chi vuole e può, oggi acquisterà del cibo d’asporto (non è necessario acquistare un intero pasto: basta una bottiglia di vino o un dolce) e pubblicherà sui social la fotografia di quanto acquistato con l’hashtag #iocomprodasporto. Sebbene questa iniziativa non rappresenti la soluzione del problema, possiamo dare un segnale forte per dimostrare di essere una comunità unita e che si aiuta a vicenda. Non esistono logiche ideologiche che tengano, siamo in una situazione di pandemia, siamo in guerra. Aiutiamo e supportiamo i ristoratori, partecipiamo all’iniziativa, invitiamo altri a farlo. Soltanto così riusciremo ad attutire l’impatto negativo di queste misure sull’intera categoria!” – ha infatti dichiarato il Sindaco Bruno in un altro post diffuso su Facebook. Nella serata di ieri, Confcommercio Andria aveva diffuso un filmato che documentava alcuni momenti del confronto con gli imprenditori locali:
 

Ricordiamo inoltre che è possibile seguire tutti gli aggiornamenti di VideoAndria.com cliccando “Mi Piace” sulla Pagina Facebook.com/videoandriawebtv. Scrivendo un messaggio al numero Whatsapp è possibile inviare segnalazioni, video e foto per la pubblicazione. Inoltre, è possibile iscriversi al gruppo Whatsapp cliccando qui, oppure iscriversi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscriversi al gruppo Facebook cliccando qui. Per l’inserimento di materiale, informazioni, comunicati, richieste di rettifiche e chiarimenti, è possibile anche scriverci via email all’indirizzo redazione@videoandria.com).