Andria: sporcizia e degrado in via Barletta “qui ci passano i turisti, facciamo qualcosa” – le foto

“Porto alla vostra attenzione la situazione di incuria delle aiuole e della pavimentazione nei paraggi dello spiazzale nei pressi del mercato generale. Non solo: vorrei sottolineare la situazione di sporcizia sotto il portico dell’ex supermercato sia pavimento che zone in altezza. Ora chiedo aiuto a voi per capire competenze e doveri se comunali o privati, di quello che potrebbe essere l’avamposto del degrado di una delle più belle vie di Andria che danno il benvenuto a numerosi turisti e concittadini pugliesi” – lo rende noto un cittadino andriese, che negli ultimi giorni ha scattato alcune foto in via Barletta, all’altezza del mercato ortofrutticolo e a pochi metri dal passaggio a livello:

La segnalazione è giunta in redazione attraverso il nostro sistema di segnalazione mobile (a tal proposito, ricordiamo inoltre che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni, immagini e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui oppure scrivendoci anche all’indirizzo redazione@videoandria.com). Una foto mostra la situazione di degrado anche per quel poco di verde rimasto nell’area:

la parte più sporca sembrerebbe quella interna:

Qui, a parte i piccioni, non sembra esserci molto da vedere:

Questa rappresenta l’ennesima segnalazione, l’ultima di una serie giù diffuse online: l’auspicio è che al degrado si possa rispondere con un’iniziativa non solo di pulizia ma anche di rivalutazione dell’area. Magari sarebbe possibile introdurre anche un piccolo centro all’aperto di vendita di prodotti tipici, strategico visto il mercato ortofrutticolo di fronte li dove invece adesso ci sono solo escrementi e graffiti. L’appello dunque, non è solo rivolto all’amministrazione (che di fatto ha competenza soltanto per quanto riguarda strade e marciapiedi pubblici, che risultano tra le parti meno sporche dell’area in questione) ma piuttosto soprattutto ai privati, che dovrebbero attivarsi per evitare che la situazione possa ulteriormente degenerare.