Andria: studenti dell’Itis “Jannuzzi” programmano robot umanoide per una gara nazionale

Una nuova sfida per l’Itis “Jannuzzi” di Andria, da sempre in prima linea per innovazione e creatività in campo tecnologico:

Gli studenti coinvolti nel progetto visitano il parco archeologico di Canne della Battaglia

10 studenti delle quarte dell’indirizzo meccanica e meccatronica si sono cimentati in una competizione nazionale, la “NAO Challenge 2020 Arts&Cultures”. Si tratta di un’iniziativa promossa da “Scuola di Robotica”, un’associazione no profit fondata nel 2000 da un gruppo di robotici e studiosi, con lo scopo di aumentare la conoscenza dei giovani nell’impiego consapevole e proficuo della robotica umanoide. L’oggetto proposto per l’edizione attuale è la valorizzazione dell’arte e della cultura tramite l’impiego di NAO, un umanoide dotato della capacità di svolgere molteplici funzioni:

esso può parlare, sentire, camminare e compiere tante altre azioni. L’obiettivo delle squadre partecipanti sta nell’individuazione di un’idea originale per lo sviluppo del patrimonio artistico e culturale nazionale, affinché esso possa aprirsi all’irrefrenabile sviluppo tecnologico e fondere la bellezza della novità all’immensità della storia. Antonio Altamura, Gianvito Amorese, Francesco Marinelli, Francesco Paradiso e Antonio Sgaramella della 4^A e Debora Cannone, Luca Cannone, Roberta Chiffi, Pierpaolo Dell’Anna e Davide Zaccaro della 4^B sono lo “JANNUZZIROB”: un team di ragazzi accomunati dalla passione per la robotica e che riconoscono in NAO Challenge una concreta possibilità di tuffarsi in questo nuovo mondo, intraprendendo un percorso che possa farli crescere sia nelle competenze sia nella conoscenza di loro stessi. «Tra le numerose scelte che il nostro territorio ci offre – spiega il team -, abbiamo optato per lo storico scenario dello scontro tra Romani e Cartaginesi, che oggi è sede di un fantastico museo. Canne della Battaglia raccoglie numerosi reperti storici, ed entrarci equivale ad un viaggio nel tempo di oltre 2000 anni. A volte la storia potrà sembrare noiosa, ma siamo certi che il nostro robot vi farà ricredere. Lo renderemo capace di attirare l’attenzione anche del ragazzo che avrebbe preferito giocare alla play e di coinvolgere anche i più piccoli, magari facendoli anche divertire». L’idea è che il robot sia da supporto alla guida turistica e giocherà con i “piccoli” visitatori del museo con dei quiz. Come premio il robot distribuirà gadget stampati con la stampante 3d. In questi giorni verrà spedito per un breve periodo il robot direttamente all’Itis “Jannuzzi” e tra il 13 e 14 maggio ci saranno le semifinali nazionali. «Il supporto e il senso di comunità – chiosa il Dirigente scolastico, Giuseppe Monopoli – sicuramente sarà nuova energia per i ragazzi in vista di questo sforzo finale. Oltre alla validità del progetto verrà valutata anche la capacità di aver saputo diffondere la loro iniziativa». Link video:

A tutti l’invito a seguire i nostri ragazzi nelle loro pagine social:
https://instagram.com/jannuzzirob?igshid=15wg2etjohj37 ;
https://www.facebook.com/pages/category/Education/Jannuzzirob-107474748055091/ .Link website: www.jannuzzirob.wordpress.com

Ricordiamo che è possibile ricevere tutte le news in tempo reale dall'app gratuita Telegram iscrivendosi al seguente indirizzo: https://t.me/andriabarlettatrani. Sempre attraverso Telegram è possibile inviarci segnalazioni in tempo reale anche con video e foto. Ricordiamo inoltre che cliccando "MI PIACE" sulla Pagina Facebook.com/VideoAndriaWebtv è possibile seguire tutte le news da Facebook. E' possibile scriverci anche via Whatsapp per inviarci segnalazioni anche con foto e video cliccando qui ed iscriversi al gruppo per la ricezione dei nostri link cliccando qui. Ricordiamo, inoltre, che è possibile seguire tutti i nostri tweet all'indirizzo https://twitter.com/videoandria. Gli aggiornamenti di VideoAndria.com sono anche su linkedin.com/company/andrianews e su https://vk.com/andrianews.