Andria: tentato furto alla banca in via don Luigi Sturzo, indagano i Carabinieri

 

“Ho sentito le sirene mentre cercavo di dormire” – così alcuni cittadini andriesi hanno chiesto spiegazioni alla nostra redazione per quanto accaduto nella scorsa notte. A scattare è stato l’allarme della Banca di Credito Cooperativo sita ad Andria in via don Luigi Sturzo. L’allarme ha spinto subito Vegapol e forze dell’ordine a recarsi tempestivamente sul luogo dell’accaduto. Militari e guardie giurate hanno poi scoperto che gli aspiranti rapinatori erano fuggiti senza danneggiare nulla e senza rubare soldi.

L’ipotesi che subito viene in mente in questi casi è che la banda di criminali avesse intenzione di praticare la famigerata “tecnica della marmotta“, già utilizzata in precedenti casi contro gli sportelli bancomat di alcuni istituti di credito nella città di Andria e nel territorio di Bari e Bat. La tecnica consiste nel innescare un piccolo esplosivo nello sportello per poi impadronirsi del contenuto della cassa. Nulla di tutto ciò che accaduto ieri notte ad Andria, quando i malviventi sono invece fuggiti senza far nulla, evidentemente intimoriti dall’allarme entrato in funzione. 

Nelle ultime ore, non poche sono risultate le richieste di spiegazioni in redazione (a tal proposito, ricordiamo inoltre che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui).

Nonostante il modus operandi non sia stato del tutto chiarito, il sospetto è che quella intervenuta ieri possa essere la stessa banda che nel corso della stessa notte ha rubato soldi dalla filiale di BancApulia a Bisceglie. In entrambi i casi, stanno indagando i Carabinieri