Andria, Tgr: “Giorgino pronto a dimettersi se maggioranza non riparte per nuova Giunta” – video

Nicola Giorgino è pronto a dimettersi se la sua coalizione non ripartirà con un nuovo slancio per gli ultimi due anni di mandato” – lo riporta il Tgr Puglia nel corso di un servizio giornalistico diffuso anche per via telematica. “Tutti sono utili, nessuno indispensabile, a cominciare dal sottoscritto” – ha specificato Giorgino nel corso di un’intervista televisiva del Tgr Puglia lasciando intendere che la decisione definitiva sul futuro della sua amministrazione è appesa al filo mantenuto dal centrodestra andriese. “Dovrò verificare quelle che sono le designazioni” – ha precisato il Sindaco di Andria facendo riferimento ai nuovi assessori e al ricollocamento dei dirigenti comunali.

Critiche ovviamente le opposizioni, che accusano l’amministrazione di non essere stata efficace nei confronti della “montagna di debiti” che, a detta del M5S, si aggirerebbe a “circa 150 milioni“. Poi, sempre dal Tgr Puglia, si viene a sapere che il consigliere regionale Nino Marmo, esponente di spicco del centrodestra locale, era rimasto sino all’ultimo momento all’oscuro della decisione dell’azzeramento della giunta comunale da parte del Sindaco Giorgino. In parole povere, il primo cittadino andriese ha davanti un bivio: quello del terzo (ed ultimo?) rimpasto di giunta per il completamento del suo secondo mandato in attesa delle naturali elezioni che avverranno fra circa due anni, oppure le eventuali dimissioni che potrebbero verificarsi nel momento in cui dovesse esserci una risposta negativa da parte della maggioranza consiliare. Quello di Giorgino è quindi un appello alla maggioranza politica. Per il momento, comunque, non risultano critiche o affermazioni contrarie all’attività dell’amministrazione Giorgino da parte dei banchi del centrodestra andriese, dunque il servizio televisivo diffuso dal Tgr Puglia risulta qualcosa di inedito. L’ipotesi più probabile, comunque, sembra quella di un terzo rimpasto di giunta ma non senza difficoltà. Video: