Andria: torna il pericolo dei puntatori laser usati da incoscienti contro gli occhi di persone e animali, rischio danni permanenti

Non solo teppisti, spesso a bordo di scooter che sfrecciano li dove non dovrebbero, ma anche “bulli” ben piu’ giovani che cominciano a “coltivare” i loro atteggiamenti illegali utilizzando strumenti discreti ma al contempo molto pericolosi:

parliamo del ritorno dei puntatori laser. Un cittadino andriese ha infatti voluto segnalarci la presenza di questi strumenti tra le mani di alcuni minorenni che nei giorni scorsi hanno infastidito passanti e persino animali da compagnia puntanto le luci del laser sugli occhi delle “vittime”. Che i i ragazzini siano coscienti o meno del fatto che questi laser possono gravemente nuocere la salute dei nostri occhi, no ci è dato sapere. Fatto sta che i genitori potrebbero fare molto per impedir loro se non l’acquisto quantomeno l’utilizzo fuorviante e pericoloso:

quando tra gli anni ’90 e l’inizio del 2000 questi puntatori si sono diffusi velocementre tra le cartolerie e le bancarelle, nessuno avrebbe mai immaginato che i puntatori avrebbero causato disagi notevoli. Da allora molteplici sono risultati i casi di danneggiamento alla retina. La moda erronea di questi strumenti è andata via via scemando per poi essere stata sostituita da videogames ed altre tipologie di strumenti mentre i puntatori laser avevano nuovamente riacquisito la loro funzione ufficiale, ovvero un aiuto per chi, ad esempio, necessità di un indicatore nelle conferenze o nei seminari. Tuttavia, complici forse anche i venditori abusivi, nuovi puntatori laser si stanno diffondendo in città. L’auspicio è che si possa nuovamente informare i ragazzini della pericolosità di queste luci, capaci di causare grossi disagi e danni fisici agli esseri viventi.

Ricordiamo inoltre che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile inviare segnalazioni, immagini per la pubblicazione, mentre, per seguire tutte le news in tempo reale, vi consigliamo di cliccare “MI PIACE” sulla Pagina facebook.com/VideoAndriaWebtv oppure iscriversi a, gruppo Whatsapp cliccando qui, oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui o in alternativa scrivendoci anche all’indirizzo redazione@videoandria.com).