Andria: tradito dall’odore di marijuana. Arrestato pusher già ai domiciliari

I Carabinieri della Compagnia di Andria, nel corso dei mirati servizi predisposti per il contrasto alla illecita attività dello spaccio di sostanze stupefacenti in area urbana, hanno arrestato un andriese, già noto alle Forze dell’Ordine per analoghi precedenti.

Nel primo pomeriggio di ieri, infatti, i militari dell’Aliquota Radiomobile hanno proceduto al controllo di I.D., 31enne, sottoposto agli arresti domiciliari, in zona Santa Maria dei Miracoli.

Quando il prevenuto ha aperto la porta d’ingresso dell’abitazione, tuttavia, l’odore che si è sprigionato dall’interno della stessa non è apparso affatto quello di un comune deodorante per ambienti, pertanto i Carabinieri hanno ritenuto opportuno approfondire la verifica procedendo da una perquisizione domiciliare, che ha dato ragione al sospetto che nell’abitazione fosse presente ben altro: infatti sono stati rinvenuti occultati in un’ intercapedine di un mobile posto nella cucina un bilancino di precisione e tre coltelli imbrattati di sostanza stupefacente del tipo hashish, unitamente ad un rotolo di nastro isolante ed un paio di forbici.

Nell’armadio della camera da letto, invece, sono stati rinvenuti 370 euro in contanti, mentre 8,20 grammi di marijuana ed uno di hashish erano celati all’interno di una borsa termica. Rinvenuto anche un cellulare con cui l’arrestato contattava la clientela.

In considerazione della modalità di occultamento e confezionamento, pronta per la cessione, della sostanza stupefacente, non destinata ad un uso esclusivamente personale, il prevenuto è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, venendo associato presso la Casa Circondariale di Trani (BT)                                              Comando Provinciale Carabinieri Bari