Andria: tutti pensano all’isola ecologica, ma chi pensa a Contrada Troianelli (piena di rifiuti)? Qui dovrebbe sorgere un’area di interesse storico-turistico, e invece…VIDEO

In questi giorni, molti hanno parlato dei disservizi temporanei legati alla raccolta differenziata porta a porta spina e all’isola ecologica. Tuttavia, molti luoghi situati nell’area rurale della città di Andria vengono spesso trascurati nonostante la presenza di rifiuti abbandonati. E’ il caso di Contrada Troianelli:

Per chi non lo ricordasse, Troianelli è una piccola frazione della città di Andria, in provincia di Barletta-Andria-Trani. È situata sulla Murgia a circa 8 km da Andria su una collina di 236 m di altitudine e, con 120 abitanti, è la seconda borgata di andria per popolazione dopo il Borgo di Montegrosso. E’ qui che il territorio della città federiciana ospita l’antico complesso ducale di Troianelli, situato a sud-ovest di Andria, con ogni probabilità, un tempo residenza estiva dei proprietari di un grande centro di produzione agricola. Del complesso masseriale facevano parte, oltre la palazzina residenziale, una cappella addossata alla palazzina datata 1802, uno “scariazzo” (stalle per ovini) quadrangolare con cortile centrale, tutt’ora esistente e trasformato in ristorante pizzeria, due cisterne interrate di cui una restaurata nel 1909 ed altri edifici minori ora non più esistenti. Nonostante i continui appelli per l’effettivo recupero della struttura, la stessa risulta attualmente in una situazione di stallo (così come documentato in un precedente video) e a far girare il coltello nella piaga sono i costanti fenomeni di abbandono rifiuti. Il video diffuso nelle ultime ore rappresenta l’ennesima prova della situazione:

La segnalazione è giunta in redazione attraverso il nostro sistema di segnalazione mobile (a tal proposito, ricordiamo inoltre che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni, immagini e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui oppure scrivendoci anche all’indirizzo redazione@videoandria.com).