Andria: tutto ciò che vedete in foto non è in plastica ma in materiale biodegradabile, l’impresa di Legambiente per le attività Plastic Free. Oltre a bicchieri, posate e cannucce anche la carta per i salumi

Bicchieri, posate, cannucce e incarti per alimenti di carta, MATER-BI e PLA biodegradabile. Per un presente ed un futuro #plasticfree. Se ne discute da settimane presso la sede andriese del circolo locale di Legambiente intitolata a “Thomas Sankara“.

La proposta è rivolta agli esercenti del territorio (che in alcuni casi hanno già adottato l’utilizzo di bicchieri in similplastica). La presenza di plastica monouso nel mondo sta infatti causando danni a tratti irreversibili con inquinamento capace di far male alla nostra salute ed animali marini e terrestri deceduti a causa di ingerimenti accidentali. L’obiettivo di Legambiente Andria è dunque quello di contrastare efficacemente il fenomeno giungendo direttamente “a monte” del problema, ovvero concretizzando un’alternativa valida. Non a caso, l’assessore Pierpaolo Matera aveva annunciato un primo incontro tra l’amministrazione comunale e le attività commerciali svoltosi poi lo scorso 28 marzo alle presso gli uffici del SUAP alla presenza di associazioni di categoria dei commercianti ed associazioni ambientaliste nell’ottica di “salvaguardare la nostra salute ed il nostro territorio attraverso l’esclusivo utilizzo, nel commercio e nella somministrazione, di plastica monouso BIODEGRADABILE“. Ci sarebbe anche una data prevista per l’eliminazione della plastica monouso dalle attività andriesi: 1° gennaio 2020. Promotori di un futuro più sostenibile ad Andria sono anche altre associazioni ambientaliste, come ad esempio 3Place. Gli esemplari raccolti da Legambiente Andria:

 

L’ottica andrebbe incontro anche alle normative europee:  il Parlamento europeo ha infatti approvato in via definitiva una nuova direttiva che entro il 2021 impone agli stati membri di vietare l’uso di una serie di articoli in plastica monouso come piatti, posate, cannucce, bastoncini cotonati, mescolatori per bevande e aste per palloncini. Una domanda sorge spontanea: se la politica è pronta, lo saranno anche “mentalmente” i cittadini? Un video diffuso lo scorso marzo dall’emittente televisiva Telesveva:

La segnalazione è giunta in redazione attraverso il nostro sistema di segnalazione mobile (a tal proposito, ricordiamo inoltre che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni, immagini e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui oppure scrivendoci anche all’indirizzo redazione@videoandria.com).