Andria un incontro su “Xylella: cosa non si è fatto e cosa fare” venerdì 22 novembre

Venerdì 22 novembre le Associazioni Urban Center e Fare Quadrato organizzano l’incontro “Xylella: cosa non si è fatto e cosa fare” – Sala Convegni “P. Attimonelli” in Corso Cavour, 194. Il convegno intende ripercorrere la storia di una fitopatologia che ha già devastato le coltivazioni d’ulivo del Salento e che, avanzando in modo implacabile, rischia di colpire le zone più pregiate di olivo delle province di Bari e di Barletta Andria Trani con un impatto devastante sull’intera economia dei territori e sul paesaggio.

Un flagello di dimensioni apocalittiche che ha avuto il sopravvento per la convergenza di molteplici fattori tra i quali il ritardo nel comprendere la gravità del fenomeno, l’inerzia della politica, la mancata attuazione o la lentezza nell’applicazione dei programmi di contrasto alla fitopatologia, la scarsa attenzione alle corrette pratiche agronomiche. Sono soltanto alcune delle ragioni che hanno portato alla diffusione della Xylella. Due le domande alle quali il convegno vuole rispondere: Che cosa non si è fatto e perché? Che cosa c’è da fare per fermare l’epidemia?

A misurarsi nelle risposte di così complessi interrogativi saranno Piero Tateo, autore del libro “La Puglia degli Ulivi. Dopo la Xylella” e Presidente della Fondazione Agricolture, il Consigliere regionale Nino Marmo e il prof. ing. Alessandro Massaro, Ricercatore e responsabile Ricerca e Sviluppo di Dyrecta Lab. A moderare l’incontro sarà il giornalista Francesco Rossi, Direttore di Teledehon.

Ricordiamo inoltre che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile inviare segnalazioni, immagini per la pubblicazione, mentre, per seguire tutte le news in tempo reale, vi consigliamo di cliccare “MI PIACE” sulla Pagina facebook.com/VideoAndriaWebtv oppure iscriversi a, gruppo Whatsapp cliccando qui, oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui o in alternativa scrivendoci anche all’indirizzo redazione@videoandria.com).