Andria: un misterioso incendio minaccia le abitazioni, segnalato in tempo dal prof. Martiradonna

“Nella serata del 30 maggio 2018, la segreteria Federiciana ha ricevuto da alcuni cittadini, alle ore 18 e 45, due telefonate di all’erta incendio. Visto che l’organizzazione e in attesa di mettere a posto il parco mezzi si è recato sul luogo dove si propagava l’incendio con la panda di servizio ronda.  Quindi ritorniamo all’erta incendio, la segreteria non avendo i mezzi per poter intervenire, ha chiamato la sala operativa del comando della polizia municipale esternando il sito dove era in atto l’incendio” – lo riporta il prof. Francesco Martiradonna, responsabile territoriale delle associazioni consorziate “Ambiente e/è Vita ONLUS” e “Nat. Federiciana Verde“.

“Il comando a sua volta all’allertava i vigili del fuoco esternandogli il sito e gli comunicava anche che faceva trovare all’uscita della tangenziale Castel del Monte una pattuglia per scortarli sul posto. Intanto la segreteria dei Volontari Federiciani, composta dallo scrivente Francesco Martiradonna, Nicola Liddo, e Riki Santo, si recavano sul posto per monitorare e vigilare l’incendio erano le ore 19:40. Sul posto lo scrivente scatta delle foto per fermare lo stato dei luoghi e anche per determinare quale poteva essere il posto da dove iniziare a spegnere all’arrivo dei vigili del fuoco”.

“L’incendio si è propagato dalla accensione di alcuni scarti di tapparelle, pensili e rifiuti di ogni genere, poi il resto è andato da se: il vento ha alimentato le fiamme innescando l’erba alta, questo poi si è allargato in modo da minacciare anche alcune abitazioni che si trovavano sul dorso del canale. I vigili del fuoco, muniti di mezzo AIB e il Mercedes grande, sono giunti sul posto alle ore 20:30 circa accompagnati dalla pattuglia della polizia municipale. L’intervento è stato immediato e nel giro di 60 minuti le fiamme sono state sedate. Prima di andare, via i vigili del fuoco sono stati accompagnati dall’altra parte del corso dove erano stati avvistati alcuni focolai. Quando siamo arrivati, dove si trovavano le pinete che cingevano le abitazioni, sono stati individuati solo alcuni arbusti accesi, che hanno bonificato. Alle ore 22,00 circa i vigili del fuoco, la pattuglia della P.M. e noi volontari siamo rientrati in sede” – conclude Martiradonna. Nel frattempo, chiunque volesse contribuire all’associazione, può farlo con una donazione libera attraverso il 5xmille al C.F.: 90053820727. I dati: