Andria: un trullo storico danneggiato ed umiliato dai rifiuti abbandonati, 3Place punta a denuncia “chi sbaglia deve pagare”

Un trullo di interesse storico oltre che paesaggistico e culturale, umiliato dalla presenza di rifiuti abbandonati tra gli uliveti che producono le olive di cui ci nutriamo:

E’ il vergognoso spettacolo denunciato dall’associazione ambientalista 3Place di Andria che nelle ultime ore ha provveduto a pubblicare una serie di scatti fotografici che documentano lo scempio ambientale avvenuto nell’area rurale della città federiciana. “Il TRULLO” – si legge sul post diffuso dalla Pagina facebook di 3Place – “è un tipo di costruzione conica in pietra a secco tradizionale della Puglia centro-meridionale. I TRULLI venivano generalmente edificati come ricoveri temporanei nelle campagne o abitazioni permanenti per gli agricoltori. 🤬POI PERO’, LA STORIA LA CONTINUA 3PLACE, I TRULLI DIVENNERO RICOVERI DEI RIFIUTI DEGLI UOMINI CHE, ANZICHE’ EVOLVERSI CON IL PASSARE DEI DECENNI RISPETTO AI LORO AVI CHE LI AVEVANO COSTRUITI, HANNO SUBITO UNA INVOLUZIONE MENTALE. A VEDERE QUESTE IMMAGINI ABBIAMO SOLO LA FORZA DI ANDARE AVANTI PER VIE LEGALI. CON PERSONE COME QUESTE, NON SERVONO PIU’ LE PAROLE O LE SENSIBILIZZAZIONI. CONTRADA ARNIECI, Agro di Andria
Titolo dell’opera: TRULLO, RICOVERO DEL RIFIUTO UMANO N.B. Chi vuole unirsi alla firma della Denuncia-Querela che riguarda l’abbandono perseverante ed illimitato di RIFIUTI, ci scriva alla mail three3place@gmail.com. Grazie” – concludono da 3Place. Il link al post:

❌❌STIAMO LAVORANDO AD UNA DENUNCIA-QUERELA…SAPPIATELO! CHI INQUINA DEVE PAGARE!❌❌Il TRULLO è un tipo di costruzione…

Pubblicato da 3Place su Mercoledì 27 maggio 2020

Ricordiamo inoltre che è possibile seguire tutti gli aggiornamenti cliccando “Mi Piace” sulla Pagina Facebook.com/videoandriawebtv. Scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile inviare segnalazioni, video e foto per la pubblicazione. Inoltre, è possibile iscriversi al gruppo Whatsapp cliccando qui, oppure iscriversi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscriversi al gruppo Facebook cliccando qui. Per l’inserimento di materiale, informazioni, comunicati, richieste di rettifiche e chiarimenti, è possibile anche scriverci via email all’indirizzo redazione@videoandria.com).