Andria – via Pasteur: non bastava la mancanza di una strada asfaltata, ora anche i rifiuti abbandonati – video

“Questa strada oltre a non essere asfaltata e priva di illuminazione, è diventata una discarica a cielo aperto . Le scrivo per chiederle se possibile poter pubblicare un articolo e le allego anche delle foto” – questo il messaggio di un residente di via Louis Pasteur. La via in questione era stata già oggetto di un articolo, focalizzando l’attenzione, in quel primo caso, sulla problematica legata alla mancata illuminazione e al mancato asfalto sulla strada. Ora a girare il coltello nella piaga è persino la preoccupante presenza di rifiuti abbandonati che si aggiunge così a quella delle buche e delle difficoltà dei residenti di raggiungere le proprie abitazioni, sopratutto nelle ore serali, quando l’illuminazione di fatto viene a mancare. Una buca:

La segnalazione è giunta in redazione attraverso il nostro sistema di segnalazione mobile (a tal proposito, ricordiamo inoltre che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni, immagini e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui oppure scrivendoci anche all’indirizzo redazione@videoandria.com). Un video ricevuto in redazione:

Riportiamo qui sotto una singolare “gallery” che documenta la presenza di molte tipologie di rifiuti:

copertoni d’auto abbandonati, altamente inquinanti e che potrebbero benissimo essere riciclati per produrre diverse tipologie di materie utili all’edilizia o ad altre attività:

Altri tipi di rifiuti:

e l’immancabile cassetta abbandonata:

Con questa nuova segnalazione auspichiamo che gli enti competenti possano al più presto intervenire per evitare che questa strada possa trasformarsi in una discarica  cielo aperto di fronte a famiglie che vorrebbero semplicemente vivere in una strada normale come tutti gli altri. Illuminazione, asfalto e controlli. Questi i primi tre interventi che andrebbero fatti sin da subito. Speriamo bene.