Andriesi, attenzione alle truffe! (ma anche ai falsi allarmismi inutili ed infondati)

venditore-domicilioNon sono rari i casi di soggetti spesso di età molto giovane che vengono segnalati in attività sospette o non dichiarate dalle aziende di cui, almeno apparentemente, affermano di rappresentare nei condomini andriesi. In ogni caso non sono comunque giustificati ad entrare nelle vostre dimore senza un consenso del proprietario. In altri casi si tratterebbe invece di veri e propri “venditori di fumo” spinti da eventuali “promesse” dei promotori.

Hanno già fatto il giro del web alcune segnalazioni circolate nella città di Andria. In diversi casi gli utenti confusi si fanno facilmente prendere dal panico (spesso anche a causa di notizie diffuse siti web in cerca di titoloni sensazionalistici allegando immagini di lavoratori autorizzati che nulla hanno a che vedere con i disonesti) senza conoscere la vera natura di coloro che hanno davanti. In caso di dubbi, basta contattare le forze dell’ordine.

In alcuni casi, alcuni “venditori” non lascerebbero nemmeno la copia del contratto firmato. Il consumatore quindi non avrebbe poi nemmeno diritto al “ripensamento“. Ma in qualsiasi caso nessuno è autorizzato “per forza” ad accedere nelle vostre case e in qualsiasi caso sospetto è meglio segnalare la questione alle forze dell’ordine.

Agli utenti del web chiediamo quindi di non intraprendere iniziative lanciando falsi allarmismi e di rivolgersi eventualmente alle forze dell’ordine nei casi sospetti senza sparare sentenze prive di accertamenti. Anche lanciare falsi allarmi è di fatto una truffa.