Andriesi preoccupati per il potenziamento dei ripetitori telefonici, ma che fine ha fatto il Piano di zonizzazione? Facciamolo funzionare prima dell’arrivo del 5G!

Si discute ancora una volta sulle conseguenze ambientali relative al potenziamento dei ripetitori telefonici in alcune zone della città di Andria:

come riportato in un articolo online diffuso dalla testata telematica AndriaLive, infatti, la questione riguarderebbe la zona “Ciappetta“, li dove sarebbero in corso lavori per il potenziamento di alcune antenne che fungono da ripetitori per il segnale telefonico. Anche se le potenze dei segnali sono soggette ad un preciso disciplinare che ne regolamenta le soglie limite consentite per Legge, sarebbe opportuno approfondire sulla tematica promuovendo anche delle limitazioni riguardanti il numero delle antenne e la tipologia specifica di tecnologia, anche in vista di una futura introduzione di impianti 5G. Inoltre, non tutti ricordano che:

ad Andria fu stilato il cosiddetto “Piano di zonizzazione” che però risulta di fatto bloccato. Questo piano – voluto dalla seconda amministrazione Giorgino – fu presentato come “Piano di Zonizzazione Elettromagnetica – Regolamento Comunale per il corretto insediamento urbanistico territoriale degli impianti di telecomunicazioni e radiotelevisivi operanti nell’intervallo di frequenza compresa tra 0 Hz e 300 GHz del Comune di Andria”. Purtroppo, nonostante dal 2015 ad oggi siano passati anni, il piano risulta attualmente fermo. Sarebbe invece opportuno che l’amministrazione (al momento commissariata) possa al piu’ presto tornare a parlarne terminando l’iter burocratico al fine di consentire all’ente pubblico di gestire in maniera controllata il posizionamento di queste antenne nel pieno interesse della salute pubblica.

La segnalazione è giunta in redazione attraverso il nostro sistema di segnalazione mobile (a tal proposito, ricordiamo inoltre che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni, immagini e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui oppure scrivendoci anche all’indirizzo redazione@videoandria.com).