Assalti agli agricoltori di Andria, lo sfogo degli imprenditori: “dove sono le istituzioni? L’esercito usatelo nelle campagne”

A distanza di pochi giorni dai due furti di mezzi agricoli, denunciati e poi recuperati dalle Forze dell’Ordine in agro della Provincia Bat, il C.L.A.A. (Comitato Liberi Agricoltori Andriesi) ritorna a sottolineare la mancanza di sicurezza negli agri che circondano la sesta provincia. Agricoltori assaliti da bande di criminali per sottrarre mezzi agricoli e mezzi utilizzati per raggiungere le proprie aziende. In questo momento di crisi mondiale tutto ciò è molto frequente. Questo, senza contare della rapina avvenuta in una proprietà privata situata in contrada Zagaria, terminata tragicamente con la morte di un’anziana signora. Il delegato consigliere del C.L.A.A. Per. Agr. Zagaria Natale afferma:

“stiamo chiedendo negli ultimi giorni ai nostri operai che ci facciano da scorta lungo il tragitto per raggiungere gli appezzamenti delle nostre aziende agricole. Noi agricoltori ci sentiamo abbandonati da tutti! Siamo un settore che lavora in silenzio ma indispensabile per l’economia di questa provincia agricola.” Il presidente Nicola Losito del C.L.A.A. aggiunge: “Siamo stanchi di leggere che si sono svolti i vari tavoli tecnici e si sono firmati i vari patti per la sicurezza per le campagne, senza che si siano mai visti i prosegui di questi incontri sul territorio e senza che sia stato attivato un percorso di condivisione con la base della Categoria, specie in quella stragrande parte che non si sente rappresentata né si riconosce nel Polisindacato delle poltrone. Oggi leggiamo che la neo sindaca della Città Federiciana avv. Bruno chiede l’intervento dell’esercito per supportare le Forze dell’Ordine per il controllo del territorio. Perché questo non è stato proposto contestualmente alla sottoscrizione del cosiddetto Patto “Mille Occhi Sulla Città e Campagne”? La prevenzione serve per far stare sicuri i propri cittadini. Si faccia in fretta prima che sia troppo tardi e che quella che oggi è ancora sfiducia nelle Istituzioni si trasformi definitivamente in disconoscimento ed allora il rischio diventa per tutti molto più grande. Intanto le chiavi della Questura della Bat non si sa ancora chi le abbia in tasca” – hanno concluso dal Comitato Liberi Agricoltori Andriesi.

Ricordiamo inoltre che è possibile seguire tutti gli aggiornamenti di VideoAndria.com cliccando “Mi Piace” sulla Pagina Facebook.com/videoandriawebtv. Scrivendo un messaggio al numero Whatsapp è possibile inviare segnalazioni, video e foto per la pubblicazione. Inoltre, è possibile iscriversi al gruppo Whatsapp cliccando qui, oppure iscriversi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscriversi al gruppo Facebook cliccando qui. Per l’inserimento di materiale, informazioni, comunicati, richieste di rettifiche e chiarimenti, è possibile anche scriverci via email all’indirizzo redazione@videoandria.com).