Attestazioni di merito e riconoscimento ai Carabinieri – Al Comando Provinciale la cerimonia di consegna

Durante una intensa cerimonia, presso la caserma “ Chiaffredo Bergia” il Comandante Provinciale dei Carabinieri di Bari, Col. Antonio Bacile, ha consegnato 3 Encomi Solenni, 20 Encomi Semplici, 6 Elogi e 3 lettere di apprezzamento nelle mani di trentadue militari dipendenti, distintisi – a partire dal 2007 fino allo scorso anno – nell’espletamento dei compiti d’istituto.
Si tratta di riconoscimenti che l’Arma dei Carabinieri concede per suggellare l’abnegazione, il coraggio e le capacità professionali dimostrate, come premio e stimolo a continuare nell’adempiere ai propri doveri con tutto lo slancio di cui si è capaci.
Una priorità strategica, quella della sicurezza, costruita a prezzo di enormi sacrifici di uomini con le stellette, che hanno sempre operato con professionalità e senso del dovere straordinari, esempi luminosi di non comune abnegazione.
In particolare sono stati premiati con:
“encomio solenne” il Brig. LOPEZ Agostino, effettivo al NORM della Compagnia di Monopoli, per l’intervento condotto a seguito di rapina ad un ufficio postale, conclusosi con l’arresto dei due malfattori e il recupero dell’intera refurtiva (Monopoli e Conversano, 12.03.09);
“encomio solenne” il Mar. Ca. GAROFALO Antonio, effettivo al NORM della Compagnia di Molfetta per aver sventato una rapina a mano armata in una macelleria. L’intervento, che permetteva di recuperare l’arma utilizzata, consentiva anche di trarre successivamente in arresto uno dei due autori del crimine (Bisceglie, 04.04.09);
“encomio solenne” il Mar. Ca. DELLA CORTE Gennaro e con “encomio semplice” l’App. Sc. GRECO Mario, entrambi effettivi al NORM della compagnia di Triggiano, per aver sventato una rapina a mano armata ad una gioielleria. L’operazione si concludeva con l’arresto dei tre rapinatori ed il sequestro di una pistola ed un coltello di genere proibito (Triggiano, 07.01.09);
“encomio semplice” il Mar.A.s.UPS DEL VENTO Vincenzo, Mar. Ca. BATTISTA Giovanni, V.B. MININNO Luigi e l’App. Sc. DI MICHELE Claudio, tutti in forza al NORM della Compagnia di Molfetta, per l’attivita’ d’indagine che permetteva di assicurare alla giustizia una banda di quattro malviventi, responsabile di associazione per delinquere finalizzata alla consumazione di rapine in danno di esercizi commerciali. l’attivita’ permetteva di far luce su 22 casi di rapina commessi in un ristretto arco temporale in diversi comuni della provincia (Molfetta ed altri centri della provincia di bari, gennaio – marzo 2009);
“elogio del Comandante della Legione Carabinieri Puglia” il Mar.As.UPS FIORE Vincenzo, Comandante della Stazione di Triggiano, il Mar. Ca. IZZO Stefano e il Mar. Ca. PAGONE Rocco, entrambi effettivo allo stesso Reparto, per la incisiva e costante attivita’ di contrasto alle diffuse forme di criminalita’ presenti nell’area di competenza, che consentiva, nell’arco di un biennio, di conseguire risultati complessivi di assoluto rilievo (Triggiano, aprile 2007 – aprile 2009);
“encomio semplice” il Ten. ROMANO Roberto, Comandante del NORM della Compagnia di Altamura, il Mar.As.UPS MASTROTA Luigi, il V.B. MARCHISELLA Rocco e l’App. Sc. FACCIA Eustachio, tutti effettivi a quel Reparto, per l’attivita’ d’indagine, convenzionalmente denominata “holy smoke”, condotta nei confronti di agguerrito gruppo criminale dedito al traffico di stupefacenti, conclusasi con l’esecuzione di 11 provvedimenti restrittivi nonchè il sequestro di ingenti quantitativi di droga e di beni mobili ed immobili per un valore complessivo di un milione e cinquecentomila euro (Altamura e territorio nazionale, ottobre 2006 – 19 dicembre 2008);
“elogio del Comandante della Legione Carabinieri Puglia” l’App. Sc. NUZZI Nicola e l’App. Sc. MARGARI Achille Tommaso, effettivi al Nucleo Operativo della Compagnia di Bari San Paolo per l’attività info-investigativa che consentiva di trarre in arresto complessivamente 47 malviventi, alcuni dei quali appartenenti a pericolosi gruppi criminali (Bari, settembre 2008 – settembre 2009);
“encomio semplice” al Mar.As.UPS ALTAMURA Arcangelo, effettivo al NORM della Compagnia di Andria, per aver individuato gli autori di un caso irrisolto di tentato omicidio di mafia. L’operazione si concludeva con l’esecuzione di due provvedimenti restrittivi a carico del mandante e dell’esecutore materiale del grave fatto di sangue (Andria, febbraio 2008 – 7 luglio 2009);
“encomio semplice” al Magg. LAGANA’ Nicola, Comandante Nucleo Informativo di Bari e, all’epoca dei fatti, Comandante della Compagnia di Cerignola, per l’attivita’ investigativa, convenzionalmente denominata “lupin”, condotta nei confronti di un agguerrito gruppo criminale responsabile di associazione per delinquere finalizzata alla consumazione di furti e ricettazione, conclusasi con l’esecuzione di 13 provvedimenti restrittivi ed il recupero di refurtiva di ingente valore (Cerignola e territorio nazionale, marzo 2008 – 10 ottobre 2008);
“encomio semplice” al Mar.As.UPS TRAMONTANA Corrado, al Mar.Ca. GULLO Francesco e al Brig. CAZZOLLA Domenico, tutti effettivi al NORM della Compagnia di Triggiano per l’attivita’ d’indagine condotta nei confronti di un gruppo criminale responsabile di tentata estorsione e danneggiamento, conclusasi con l’esecuzione di 4 provvedimenti restrittivi (Triggiano, gennaio – 6 luglio 2009);
“encomio semplice” al Mar.As.UPS TRAMONTANA Corrado, al Mar. Ca. DELLA CORTE Gennaro, effettivi al NORM della Compagnia di Triggiano, al Mar.As.UPS DAMEN Giuseppe e all’App. Sc. ESPOSITO Roberto, in servizio presso il Nucleo Investigativo di Bari, per aver condotto un’attivita’ investigativa che consentiva, in breve tempo, di individuare e trarre in arresto un pericoloso malvivente responsabile, mediante efferata azione di fuoco eseguita all’interno di un circolo ricreativo, dell’omicidio di un pregiudicato e del ferimento di due avventori, nonchè di recuperare l’arma utilizzata per il delitto (Triggiano, 11 – 12 aprile 2009);
“encomio semplice collettivo” al NORM della Compagnia di Andria comandato dal S.Ten. BALDINI Andrea per la complessa indagine condotta per contrastare il dilagante fenomeno dello spaccio di stupefacenti, che si concludeva con l’arresto in flagranza di 2 sorvegliati speciali ed il rinvenimento e sequestro di oltre 6 kg. di stupefacenti del tipo eroina, cocaina ed hashish, nonchè di una pistola ed apparati ricetrasmittenti utilizzati per eludere i controlli delle forze di polizia (Andria, 11 giugno 2009);
“encomio semplice” al Luogotenente REMINI Giuseppe, effettivo al Nucleo radiomobile di Bari e all’epoca dei fatti in servizio presso il Nucleo Investigativo di Taranto per la complessa indagine, denominata “operazione irriducibili”, condotta nei confronti di una pericolosa organizzazione criminale dedita al compimento di rapine, tentato omicidio, estorsioni, porto illegale di armi e munizioni, detenzione e spaccio di stupefacenti. L’operazione si concludeva con l’esecuzione di 22 provvedimenti cautelari a carico di altrettanti affiliati (Province di Taranto, Brindisi e Bari. Settembre 2005 – giugno 2009);
“elogio del Comandante della Legione Carabinieri Lazio” al Mar. Ca. LEFONS Claudio, effettivo al Nucleo Investigativo di Bari e, all’epoca dei fatti, effettivo al paritetico comando di Roma, per la complessa attività investigativa condotta nei confronti di organizzazione criminale dedita al traffico internazionale di stupefacenti, conclusasi con l’arresto in flagranza di reato di 14 persone, l’esecuzione di 23 o.c.c., il sequestro di ingente quantitativo di droga e di una pistola con matricola abrasa (Territorio nazionale ed estero, giugno 2006 – luglio 2007).
lettere di apprezzamento del Comandante della Legione Puglia in favore dei seguenti Comandanti di Stazione, distintisi nel 1° 2° e 3° trimestre del 2009 in diverse circostanze inerenti l’attività Istituzionale confermando la grande tradizione dell’Arma di vicinanza e sostegno alle comunità locali, raggiungendo lodevoli risultati nell’attività di contrasto alle più diffuse forme di criminalità. Si tratta del Mar.As.UPS D’ONOFRIO Feliciano, Comandante Stazione di Bari San Paolo (1° trimestre 2009), del Luogotenente SILECCHIA Savino, Comandante Stazione di Canosa di Puglia (2° trimestre 2009) e del Mar.As.UPS MORISCO Giovanni, Comandante Stazione di Gravina di Puglia (3° trimestre 2009)
A questi Carabinieri che hanno mostrato il loro valore come uomini, soldati e tutori dell’ordine nella costante lotta contro il crimine, piuttosto che in interventi effettuati in contingenti situazioni di pericolo o in azioni di salvataggio in cui hanno messo a repentaglio la propria vita, va il sentito ringraziamento dell’Istituzione e della popolazione per l’opera svolta.

Fonte: Comando provinciale Carabinieri di Bari