Aumento ticket mercato ortofrutticolo Andria, Unimpresa: “evitare ulteriori danni, associazione in contatto con Commissario Prefettizio”

L’incontro tenutosi presso il comune di Andria giovedì 23 maggio 2019, al quale erano state esclusivamente invitate le Associazioni UNIMPRESA BAT, CONFESERCENTI, FEDERCOMMERCIO, CITTAIMPRESA, CONFCOMMERCIO E BATCOMMERCIO, si è concluso con la rassicurazione del Commissario Prefettizio di dare le risposte ai tantissimi quesiti e riflessioni Unimpresa ha depositato nelle sue mani mediante una dettagliata relazione tematica nota a tutti:

“In realtà” precisano da Unimpresa Bat“l’unica Associazione a presentare tale documento nel corso della riunione è stata UniBat per mezzo del Presidente Savino Montaruli. In quella relazione anche la parte relativa agli aumenti delle Tariffe comunali per i Servizi a domanda individuale, tra cui rientra anche il ticket di ingresso al Mercato Generale Ortofrutticolo di Andria, con l’individuazione della relativa soluzione rispetto agli aumenti”.

“Nelle more delle risposte attese il Commissario Tufariello si è raccomandato affinché non si inasprissero gli animi anche perché tale atteggiamento, dopo il totale silenzio di chi ha malamente gestito finora questa situazione, unitamente all’inerzia ed ai ritardi della politica compiacente che non ha prodotto alcun atto concreto, sarebbe stato inteso quale comportamento “strumentale” in questa delicatissima fase che sta attraversando la città di Andria”. Proprio a tal proposito Savino Montaruli ha dichiarato:

“per quel senso di responsabilità assunto di fronte al dott. Tufariello ed atri soggetti presenti all’incontro, abbiamo desistito dall’assumere qualunque tipo di iniziativa, anche sindacale, che potesse contrastare con tale impegno assunto e addirittura comprometterne il buon esito rispetto alle nostre richieste”.

“Oggi apprendiamo che taluni abbiano autonomamente assunto iniziative finalizzate anche alla raccolta firme per non meglio note finalità. Poiché oltre all’eventuale inasprimento della situazione tale raccolta firme sta tentando, invano, di coinvolgere anche aderenti alle nostre Associazioni o persone che mai hanno dato o conferito alcun mandato a tali soggetti, con riserva da parte nostra di verifica se ne sia stata carpita la buona fede, si invita il dott. Gaetano Tufariello ad assumere le conseguenti decisioni e, nella fattispecie, ad evitare che taluni possano fare fughe in avanti, senza giustificato motivo, procurando danni. Auspichiamo, quindi, che qualunque decisione, incontri pubblici e/o p privati promossi dall’Amministrazione Straordinaria avvengano alla presenza e convocazione di tutte le Sigle di rappresentanza, anche di quelle Settoriali come CasAmbulanti e A.C.A.B. – Associazione Commercianti Ambulanti Bat le cui generalità sono note all’Ufficio SUAP in quanto accreditate al tavolo di Concertazione comunale.” – ha concluso Montaruli. Da parte di UniBat e CasAmbulanti dunque la netta presa di distanza da azioni non concertate e non condivise avviate da soggetti, la cui identità è in fase di accertamento, che possano alimentare disorientamento inopportuno e persino cagionevole di conseguenze che saranno valutate nelle opportune sedi e circostanze.