Auto rubate tra i manufatti antichi dell’Alta Murgia, la denuncia del prof. Martiradonna

Ritorno sul posto, dove si trovavano manufatti medioevali, è con grande tristezza vedo che anche nei canali difficilmente accessibili mancano i titoli e/o testimoni di confini delle proprietà”- è il commento del prov. Francesco Martiradonna (Presidente di “Ambiente è vita”) in merito all’ennesimo ritrovamento di carcasse d’auto rubate nel territorio Contrada “Pozzacchere“, ad Andria, li dove sono presenti antiche proprietà prima appartenute alla famiglia Ceci e in seguito agli Jannuzzi.

Per Martiradonna, i controlli non sono sufficienti ad arginare il fenomeno dei furti d’auto, e di fatto i malviventi gironzolano indisturbati, commettendo molteplici reati: dal furto di autoveicoli all’inquinamento ambientale causato dall’abbandono delle stesse carcasse. La foto: