BAT: adesso le elezioni provinciali “piacciono” a tutti ma ancora una volta i cittadini non potranno decidere direttamente. E non chiamatelo “spartimento di poltrone”

Le elezioni provinciali di secondo livello (quelle dove, praticamente, i politici si auto-eleggeranno da soli attraverso la discussa votazione effettuata dagli esponenti mediante  suffragio ristretto solo dai sindaci e dai consiglieri comunali della provincia) sembrano avviate verso un percorso comune tra i partiti:

Mentre tra i vari depositari delle liste spiccano anche quei movimenti che un tempo manifestavano forti criticità nei confronti del sistema provinciale (mentre oggi, secondo loro, varrebbe la pena “esserere dentro il consiglio provinciale per portare avanti le istanze dei cittadini”, autosmentendosi rispetto alle posizioni del passato), tra gli schieramenti “classici” potrebbero riemergere ancora una volta nomi di personaggi politici già noti nel panorama andriese:

Mentre nel centrosinistra la “partita” (e così si può chiamare visto che, lo ripetiamo ancora una volta, non coinvolgerà direttamente i cittadini elettori ma solo i sindaci locali e i consiglieri comunali) appare ancora aperta, tra le file del centrodestra potrebbe rivelarsi decisiva la possibile candidatura di un ex consigliere se non addirittura di un ex assessore della passata amministrazione. Sussurri in corridoio che, qualora confermati ufficialmente, potrebbero scatenare ricongiungimenti o, diversamente, l’apertura di discussioni interne. Staremo a vedere. Una cosa è certa:

Fondata con obiettivi “nobili”, negli anni passati, la Provincia di Barletta-Andria-Trani è stata ridimensionata, svuotata di buona parte delle sue risorse, ridotta a pochissime potenzialità di investimento con evidenti conseguenze in ambito quotidiano (pensiamo alle condizioni di alcune delle strade provinciali, alle aziende agricole del territorio, ma non solo). Sarà quindi compito della politica locale dimostrare che questo ente può risollevare il territorio dalle sue criticità in maniera concreta e decisiva. Diversamente, difficilmente potremmo dare torto ai critici che parlano invece dell’ennesimo “spartimento di poltrone“.

Riguardo il blog di VideoAndria.com, ricordiamo che è possibile ricevere tutte le news in tempo reale dall’app gratuita Telegram iscrivendosi al seguente indirizzo: https://t.me/andriabarlettatrani. Sempre attraverso Telegram è possibile inviarci segnalazioni in tempo reale anche con video e foto. Ricordiamo inoltre che cliccando “MI PIACE” sulla Pagina Facebook.com/VideoAndriaWebtv è possibile seguire tutte le news da Facebook. E’ possibile scriverci anche via Whatsapp per inviarci segnalazioni anche con foto e video cliccando qui ed iscriversi al gruppo per la ricezione dei nostri link cliccando qui. Ricordiamo, inoltre, che è possibile seguire tutti i nostri tweet all’indirizzo https://twitter.com/videoandria. Gli aggiornamenti di VideoAndria.com sono anche su linkedin.com/company/andrianews e su https://vk.com/andrianews.

Ricordiamo che è possibile ricevere tutte le news in tempo reale dall'app gratuita Telegram iscrivendosi al seguente indirizzo: https://t.me/andriabarlettatrani. Sempre attraverso Telegram è possibile inviarci segnalazioni in tempo reale anche con video e foto. Ricordiamo inoltre che cliccando "MI PIACE" sulla Pagina Facebook.com/VideoAndriaWebtv è possibile seguire tutte le news da Facebook. E' possibile scriverci anche via Whatsapp per inviarci segnalazioni anche con foto e video cliccando qui ed iscriversi al gruppo per la ricezione dei nostri link cliccando qui. Ricordiamo, inoltre, che è possibile seguire tutti i nostri tweet all'indirizzo https://twitter.com/videoandria. Gli aggiornamenti di VideoAndria.com sono anche su linkedin.com/company/andrianews e su https://vk.com/andrianews.