Bat, trasporto ferroviario: i sindacati condividono la lettera di Cascella a Decaro

Piena condivisione e sostegno alla posizione presa dal sindaco di Barletta, Pasquale Cascella e dall’intero consiglio comunale della Città della Disfida. È la posizione di Cgil, Cisl e Uil rispetto alla lettera aperta sul tema dei trasposti e sulle recenti scelte di Trenitalia (Frecciarossa) inviata da Cascella al Presidente nazionale Anci e sindaco di Bari, Antonio Decaro, in cui il primo cittadino di Barletta sottolineava l’esigenza di un servizio pubblico ferroviario adeguato alle necessità “di una area già penalizzata dalla precarietà dei collegamenti sulla linea interna tra Barletta e Bari della Ferrotramviaria a seguito al disastro ferroviario dello scorso anno”.

“L’ordine del giorno approvato all’unanimità dal Consiglio comunale di Barletta, fotografando la situazione attuale del sistema dei collegamenti ferroviari, obsoleti e non confacenti ad una realtà economica e produttiva quale quella della Bat affronta temi importanti della viabilità e dei collegamenti veloci in una visione ampia del sistema Puglia che, qualora condivisi da tutti i soggetti, avrebbero ricadute e benefici sull’intero sistema pugliese in termini di aiuto allo sviluppo economico, produttivo e turistico, nonché di un contributo sostanziale ad un nuovo sistema di trasporto oggi basato prevalentemente su gomma e su una rete di trasporti ferroviari obsoleti e disincentivanti”, si legge in una lettera dei sindacati.

Partendo da questa convinzione, Cgil, Cisl e Uil Bat si rendono disponibili “ad intraprendere iniziative congiunte con l’amministrazione comunale di Barletta e con tutte le amministrazioni comunali della provincia che lo vorranno per indurre Trenitalia a rimodulare le scelte prevalentemente tese a massimizzare i profitti, slegate da una mission di sviluppo, con il rischio di scelte tendenti a non dare risposte alle istanze del territorio regionale”.

“Riteniamo altresì strategico, – concludono Giuseppe Deleonardis, segretario generale Cgil Bat, Giuseppe Boccuzzi, segretario generale Cisl Bari e Vincenzo Posa, Uil Puglia e Bari – ai fini di un’efficacia delle politiche dei trasporti nella provincia Bat, non solo il coinvolgimento di tutte le provincie pugliesi ma anche e soprattutto della Regione Puglia affinché quest’ultima assolva in materia un ruolo di coordinamento e di programmazione in una visione d’insieme dell’intero sistema Puglia, evitando di essere cassa di risonanza di eventuali istanze localistiche e/o di gruppi di pressione”.