Battiti Live ad Andria: è stato tutto perfetto, a costo zero per i cittadini. Grazie a tutti.

Massicci controlli sui partecipanti e sulla sicurezza delle vie limitrofe, postazioni al massimo dell’efficienza, grande presenza di forze dell’ordine e flusso regolare dei cittadini. Andria è stata messa alla prova e tutto ha funzionato alla perfezione. Salvo qualche rifiuto gettato per strada da qualche incivile, ma poi subito recuperato dagli operatori della ditta rifiuti di Andria. Episodi ordinari, come spesso capita nei grandi eventi. Tutto è andato perfettamente. Oltre 6.000 i partecipanti in Piazza Catuma, come previsto, mentre tutti gli altri hanno potuto godere degli stand espositivi, forno a legna all’aperto ed assistere a distanza dai due grandi schermi posizionati alle due estremità di Viale Crispi:

Un grande evento praticamente a costo zero per i cittadini andriesi“Uno spettacolo patrocinato dal Comune ma a costo zero per le casse comunali grazie all’intervento di numerosi imprenditori – che ringrazio a nome dell’Amministrazione – i quali hanno voluto investire in un evento promozionale che servirà alla città di Andria per proseguire quel percorso di crescita turistica e del centro storico avviato negli ultimi anni” – aveva infatti sottolineato il Sindaco di Andria, Nicola Giorgino.

“Si è parlato troppo male di questo evento, e invece siamo rimasti tutti contenti. Complimenti a tutti” – ci scrivono in redazione. Ed effettivamente bisogna ammettere e sottolineare che quando le cose funzionano a dovere non si può fare altro che riportarlo ed evitare inutili polemiche. Alla fine, nonostante le solite critiche millantate, Piazza Catumaha retto” perfettamente, promuovendo una scenografia storica, quella dell’Andria medievale con i campanili, direttamente o indirettamente collegata anche alla figura di Castel del Monte, che sicuramente si è fatta promuovere attraverso le splendide immagini di Radio Norba. Una scommessa rischiosa per alcuni, ma una scommessa vinta per tutti.

Ah, e le meraviglie non finiscono qui: le immagini verranno trasmesse in differita ad agosto anche su Italia1 (Mediaset). Ringraziamo quindi tutte le forze dell’ordine (Polizia Municipale, Carabinieri e Polizia di Stato) che con attenzione e professionalità hanno assistito all’evento, gli sponsor che hanno permesso nei fatti la riuscita dell’evento come anche uffici ed enti preposti. L’amministrazione comunale guidata dal Sindaco Nicola Giorgino, nonostante le critiche, ha saputo gestire al meglio la situazione, forse anche in una situazione economica non favorevole, riuscendo comunque ad offrire ad Andria e al territorio intero un evento degno della città federiciana. E questo, bisogna ammetterlo e basta, senza troppi commenti.

Durante l’evento, una ragazza ha perso i sensi ed è stata subito soccorsa dai volontari della Misericordia, grazie anche alla postazione con tenda posizionata nei pressi di Palazzo Ducale:

In un colpo solo, la macchina organizzativa della città di Andria ha saputo trasformare un grande evento musicale in un gigantesco contenitore, partito da Corso Cavour sino in piazza, promuovendo non solo la buona musica e Piazza Catuma (e quindi l’immagine storica della città) ma anche le aree pedonali, le attività locali e quindi i nostri prodotti tipici.

Davvero una grande festa in piazza, un connubio perfetto tra emozioni, turismo, storia, cultura, buon cibo, spensieratezza, e tanto divertimento. Tra le parole di Fibra,  le voci dei giovanissimi e la malinconia finale di Masini, è come se in un certo senso Andria avesse lanciato un messaggio profondo: nonostante le difficoltà economiche e organizzative, basta la volontà di tutti per migliorare e portare avanti il nome della città. Nessuno ci ha perso, tutto ci hanno guadagnato, dalla ragazza emozionata sotto il palco al pizzaiolo per strada. Su questo ci ha creduto sin dall’inizio la macchina organizzativa e l’amministrazione comunale che sull’evento non hanno mai fatto un passo indietro, andando sino in fondo, in piazza. Che sia modello per il futuro. Grazie a tutti.