Battiti Live ad Andria si farà, attenti alle false notizie

Battiti Live ad Andria si svolgerà il 30 luglio. Nessun annullamento come diffuso sul web in queste ore da qualcuno. A confermarlo è la stessa organizzazione alla nostra redazione.

False notizie sono state diffuse sul web, solo con il fine di mettere in dubbio un evento già confermato da tempo.

 

Oltre 50 i primi artisti coinvolti svelati ufficialmente, molti dei quali “storici” e famosissimi:

Ci sarà il vincitore del festival di Sanremo, Francesco Gabbani, che ha inaugurato il filone del “tormentone intelligente” che piace davvero a tutti e a tutte le età. Tornerà a calcare il palco di Battiti live anche di Fabri Fibra con le due hit, “Fenomeno” e “Pamplona”, e con lui anche la rivelazione dell’anno, i Thegiornalisti, che dopo “Completamente” e “Sold out” sono di nuovo in radio con “Riccione”. E ancora: la nuova “musica impegnata” di Ermal Meta, indimenticabile la sua interpretazione di “Amara terra mia” sul palco del Battiti live dello scorso anno, riproposta poi a Sanremo dove si è piazzato sul podio con “Vietato Morire”.

Sul palco di Battiti per la prima volta arriverà anche Fiorella Mannoia e con lei altri grandi cantautori entrati di diritto nella storia della musica italiana come Nek, di recente in radio anche con il feuturing di J-AxTiromancino, Gigi D’Alessio, Francesco Renga, Paola Turci, Marco Masini, Alex Britti e Mario Venuti.

In arrivo anche artisti internazionali per presentare le loro hit, in attesa della conferma di Ofenbach, certe le presenze di Jasmine Thompson,  Alok, il Dj brasiliano al numero 25 della classifica dei 100 dj più famosi del mondo con la sua “Hear me now” che ha raggiunto il successo mondiale, Kadebostany, la band svizzera che da Ginevra si è fatta conoscere in Italia con il singolo “Mind if I stay”. Reduci da una intensa attività live che li ha resi celebri nel mondo arriva da Praga Lenny, l’autrice di “Hell.o”, una delle canzoni più suonate da tutte le radio italiane ed ancora Jenn Morel e tanti altri ancora che calcheranno uno dei palchi italiani più ambiti anche all’estero.

Tra gli “ex astri nascenti”: Samuel (solista dopo l’esperienza con i Subsonica) e Nina Zilli che dopo l’esperienza come giudice di Italia’s got Talent torna alla musica con il singolo “Mi hai fatto fare tardi”, che anticipa il suo nuovo album in uscita a settembre.

Sarà anche il turno di Fabrizio Moro e poi spazio ai più giovani Chiara Galiazzo, i The Kolors, Bianca Atzei, Michele Bravi, Elodie, Sergio Sylvestre, Alessio Bernabei e Lele, vincitore di Sanremo giovani. Un vero e proprio esordio assoluto sul palco di Battiti per gli Amici di Maria De Filippi, ovvero il vincitore del circuito canto,  Riki, Federicae Thomas. Da XFactor arriva Gaia. Tra i giovanissimi anche Ghali, rapper milanese di origini tunisine e già idolo dei millenials con milioni di contatti su Youtube soprattutto grazie a canzoni come “Ninna nanna”, “Pizza kebab” e l’ultima “Happy Days”.

Per la parte rap ci saranno anche Jacke La Furia, Nesli e la sempre sorprendente Baby K. Sul palco dell’edizione numero 15 di Battiti Live anche i pugliesi Boomdabash e Sud Sound System. Per chiudere il cast 2017  ci saranno anche Gabri Ponte, uno dei dj italiani più apprezzati di recente in radio con Danti e la nuova hit estiva “Tu sei”, Takagi e Ketra, candidati di diritto al titolo di tormentone dell’estate 2017 con “L’esercito del selfie”.

“La quindicesima edizione di Battiti segna una svolta importante: il nostro pubblico vede l’ingresso dei Duemila, che già sono entrati a far parte della nostra grande famiglia radiofonica e che, come già accade nell’offerta di Radionorba, non potevamo deludere è così abbiamo costruito un cast che potesse soddisfare sia loro che contemporaneamente i loro genitori”, spiega Marco Montrone, presidente di Radionorba, la Radio del Sud.

“Sapere”, continua Montrone, “che da uno stesso palco ci ascolteranno in piazza in radio in Tv e sul web tre generazioni, non più musicalmente in conflitto, devo confessare che fa venire i brividi”.

“La linea seguita”, afferma Alan Palmieri, direttore artistico e presentatore di Battiti Live, “è quella di selezionare musica di alta qualità anche attingendo da quel mondo parallelo “fai da te” dei youtuber. Il quadro che emerge è una sintesi di gusti musicali che hanno in comune novità e tradizione, novità negli arrangiamenti e tradizione nella severità della ricerca musicale, che abbiamo colto anche negli autori più giovani”.