Biciclette nelle aree pedonali di Andria: a volte pericolose per i passanti a causa dei maleducati

L’utilizzo della bicicletta in città è ancora oggi anche un nostro cavallo di battaglia (oltre ad essere oggetto di promozione da parte di svariate associazioni ambientaliste e molti altri soggetti sensibili all’ambiente in cui viviamo). In una città in cui i livelli di smog e dunque anche quelli delle polveri sottili che finiscono nei nostri polmoni fa molto discutere, risulta importante l’utilizzo di mezzi alternativi ed ecologici. Tuttavia occorre tener presente che la bicicletta è un veicolo e come tale va utilizzato: velocità particolarmente moderata, rispetto delle precedenze e delle regole ove queste possono transitare e ove non possono. Diversamente dalle eventuali regole specifiche nelle zone a traffico limitato, teoricamente, queste biciclette non potrebbero transitare nelle aree pedonali come quella di via Regina Margherita o di Viale Crispi o di Corso Cavour e nemmeno nella villa comunale di Andria. Tuttavia il problema sembra essere piuttosto il modo in cui si pedala: se può far tenerezza la famiglia in bicicletta con papà e figlia al seguito, può invece facilmente disturbare la banda di ragazzacci che, a volte muniti di biciclette con motore elettrico e non, sfrecciano a velocità considerevole nelle aree pedonali, mettendo a rischio se stessi ed i passanti.

Quello che un volta risultava un rischio causato da chi viaggiava in scooter e si permetteva così scorciatoie illegali e pericolose, oggi sembra almeno in parte sostituito da persone che evidentemente hanno poco rispetto per il prossimo. Ai cittadini chiediamo di segnalare questi casi, alle forse dell’ordine di intervenire anche mediante l’utilizzo degli impianti di videosorveglianza locali la cui presenza, a quanto sembra, verrà intensificata nei prossimi mesi.

La segnalazione è giunta in redazione attraverso il nostro sistema di segnalazione mobile (a tal proposito, ricordiamo inoltre che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni, immagini e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui oppure scrivendoci anche all’indirizzo redazione@videoandria.com).