Botti Capodanno: 40enne andriese perde due dita

Nonostante l’ordinanza di divieto, molteplici risultano gli autori delle esplosioni dei cosiddetti “botti di Capodanno” nella città di Andria e nel resto della Provincia BAT, dove, complessivamente, il numero dei feriti da esplosioni causate nella notte di Capodanno sembra persino aumentare:

nella città federiciana due persone sono state soccorse perché ferite alle mani mentre nella vicina Canosa di Puglia un giovane è stato ferito all’occhio da un petardo. Ricoverato in ospedale, il ragazzo sembra fuori pericolo. Ad Andria, ad uno dei due feriti – un 40enne – è stato necessario amputare la 2^ e 3^ falange. Ad Andria, oltre ai feriti, si registrano disagi causati dai soliti idioti che hanno fatto esplodere petardi nei tombini e persino in alcuni contenitori della raccolta differenziata, causando inquinamento acustico e mettendo in pericolo i passanti:

Nei confronti di queste ultime categorie di soggetti auspichiamo che possano seguire denunce e sanzioni effettuate dalle forze dell’ordine, magari attraverso indagini approfondite mediante l’osservazione delle eventuali immagini registrate dagli impianti di videosorveglianza. Buon 2020, nonostante gli idioti. 

Ricordiamo inoltre che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile inviare segnalazioni, immagini per la pubblicazione, mentre, per seguire tutte le news in tempo reale, vi consigliamo di cliccare “MI PIACE” sulla Pagina facebook.com/VideoAndriaWebtv oppure iscriversi a, gruppo Whatsapp cliccando qui, oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui o in alternativa scrivendoci anche all’indirizzo redazione@videoandria.com).