Bruciano legno e plastica nelle campagne di Andria, interviene il prof. Martiradonna – video

Nei giorni scorsi un incendio si è sviluppato nel territorio di Andria in contrada Petrarella dalle ore 16.30 alle ore 19.00 circa. Ancora una volta, a spegnere le fiamme sono stati i volontari FEDERICIANI (associazione Ambiente e/è vita Onlus e Nat. Federiciana Verde Onlus) ed i Vigili del Fuoco di Barletta. La ronda si trovava nei pressi della contrada San Martino quando ha visto in direzione levante una folta coltre di fumo nero. Seguendo la direzione del fumo la ronda è arrivata in contrada Petrarella dove si sviluppava un incendio copioso all’interno di un maneggio e questi si era sviluppato anche all’esterno dello stesso.

Nel Frattempo arrivavano sul posto anche la Guardia del Consorzio e una Pattuglia di Vigili Urbani che dopo una ispezione con lo scrivente si concorda di far intervenire al più presto i VVFF nel frattempo la ronda interverrà sull’incendio che si era sviluppato all’esterno e poi all’interno lasciando l’operazione di spegnimento più ardua, che era il deposito del Fieno.

Il prof. Martiradonna (responsabile del gruppo AIB di Protezione Civile delle Guardie Federiciane) chiama la SOUP e apre l’intervento comunicando le Coordinate Lat. 41°13’10,32”N & Long. 16°19’6,88”E. Immediatamente i volontari Federiciani intervengono a sedare l’incendio esterno e subito dopo entrano all’interno dove si spegneva la catasta di cassette fatte di legno e plastica mentre ultimavano lo spegnimento e passavano a sedare l’incendio dove si trovava il deposito del fieno arrivano i Vigili del Fuoco di Barletta che con gli arpioni l’idrante con il gettito di acqua più forte hanno iniziato a spegnerlo. Visto che non si poteva entrare all’interno, del deposito a sedare l’incendio, si apriva con un flecx un altro varco dove ci si avvicinava all’incendio interno delle balle di fieno. Si capisce che i vigili del fuoco hanno inossato i DP cioè per avvicinarsi hanno dovuto indossare le maschere collegate alle bombole di ossigeno.

Alle ore 19 si ultimava lo spegnimento che ha avuto come protagonisti oltre ai vigili del fuoco anche i volontari Federiciani. Alla fine dell’intervento si telefona alla SOUP per relazionare il tutto e confermare le coordinate del posto 41°13’10,32”N & 16°19’6,88”E. Inoltre relazione che all’esterno si erano bruciati soli pochi alberi di ulivo per l’intervento immediato dei volontari.

Mentre la ronda rientrava dopo aver effettuato il rifornimento dell’acqua avvista a ridosso della complanare un incendio di incolto a ridosso delle case periferiche. Lo scrivente chiama la SOUP alle ore 19:20 e comunica le coordinate Lat. 41°14’5,48”N & Long. 16°19′ 6,88”E e l’apertura dell’intervento per lo spegnimento. Si interviene con due unità con il soffiatore e flabello. Alle ore 19:50 dopo la bonifica, chiama la Soup per comunicare la chiusura e l’estensione dell’incendio che era di circa Ha 1,5. La ronda fa ritorno alla sede provvisoria che non è funzionante. Video: