Cani al guinzaglio e raccolta cacche ad Andria: scattano controlli della Polizia, multe da 50 euro

Sono partiti da alcuni giorni i controlli della Polizia Municipale di Andria in merito al controllo dei cani al guinzaglio e della raccolta delle deiezioni dei loro amici a quattro zampe da parte dei padroni.

Le operazioni avrebbero già visto i primi risultati: contravvenzioni pari a 50 euro a multa per coloro che hanno infranto le regole. Molti cittadini andriesi sembrano sensibili alla salvaguardia del benessere degli animali, tuttavia occorre anche seguire le regole mirate sia alla messa in sicurezza della salute e del benessere dei cittadini che degli stessi animali.

Per questo motivo risulta importante controllare i propri animali durante il passeggio per strada attraverso il guinzaglio (meglio se collegata ad una buona pettorina, piuttosto che ad un collare, visto che la pettorina consente al padrone di gestire meglio il cane senza rischiare di causare lesioni al collo del quadrupede) e al contempo raccogliere la cacca dei cani con l’apposita pinzetta.

A tal proposito ricordiamo che da anni l’amministrazione comunale ha posizionato in alcuni punti della città anche svariati bidoncini dal caratteristico colore verde dedicati alla raccolta delle deiezioni canine. Ricordiamo inoltre che all’interno della villa comunale vi è un’area adibita allo “sgambamento dei cani” dove, diversamente dal resto della città, è possibile far giocare liberamente i propri amici a quattro zampe. Le regole e le iniziative ci sono, ai cittadini il compito di rispettarle e di fare il buon esempio.