Capodanno ad Andria, torna la devastazione causata da un degrado persistente – video diffuso dal Quartiere Europa

“Lo scorso anno lo spavento fu tremendo e le conseguenze avrebbero potuto essere devastanti: alcuni ragazzi fecero esplodere un cassonetto per la raccolta degli indumenti usati a due passi dall’ingresso della Chiesa Sant’Andrea Apostolo, accanto ad un distributore di acqua dove erano anche presenti delle persone che sono state sfiorate dai pezzi di metallo diffusi nell’area. Immagini drammatiche e il video che certificava la follia di quella notte brava del Capodanno andriese. Quel video andò direttamente nelle mani delle Forze dell’ordine e da Palazzo di Città assicurarono che ben presto gli autori del gesto delinquenziale sarebbero stati assicurati alla giustizia. Non sappiamo se ciò sia poi avvenuto o meno, come tanti altri annuncia plateali che poi non hanno ottenuto riscontro, sta di fatto che nel Quartiere Europa la storia si è ripetuta la notte di fine anno 2022. In via Ospedaletto, una zona piena di telecamere, molto trafficata, i nuovi cassonetti per la raccolta dei rifiuti sono stati letteralmente disintegrati“ – osservano dal Comitato Quartiere Europa di Andria che ha diffuso un nuovo filmato riguardante nuovi danneggiamenti riscontrati anche nella notte di San Silverstro 2023:

Cassonetti pieni di rifiuti prodotti dal vicino esercizio pubblico che ne ha subito le conseguenze ed il disagio. Questo ennesimo episodio di vandalismo manda su tutte le ire i residenti del Quartiere Europa dal cui Ufficio di Coordinamento diretto dall’Attivista Sociale Savino Montaruli, dichiarano: “un quartiere che era il fiore all’occhiello della città di Andria continua ad essere degradato ed abbandonato dalle Istituzioni. Ogni anno si ripete ciò che spesso accade anche ogni giorno. Un senso di abbandono che si avverte un po’ in tutte le periferie della città di Andria e noi non ci stiamo a veder andare distrutto un impegno sociale che in 25 anni di storia aveva portato il Quartiere Europa ad essere il più ambito della città. Quanto accaduto la notte del 31 dicembre si aggiunge ai tanti episodi rimasti impuniti ed è per questo che chiediamo un repentino cambio di rotta. Il Piano Sicurezza, di cui tanti in campagna elettorale si sono riempiti la bocca, non esiste e non è mai stato attuato. Di questo passo il definitivo degrado ed abbandono del quartiere più giovane e popoloso della città è ormai prossimo, in assenza di interventi urgenti” – hanno concluso dal Comitato che è un’Associazione regolarmente iscritta nell’Albo comunale delle Associazioni del comune di Andria Sezione Ambiente ed Urbanistica.

Ricordiamo che è possibile ricevere tutte le news in tempo reale dall'app gratuita Telegram iscrivendosi al seguente indirizzo: https://t.me/andriabarlettatrani. Sempre attraverso Telegram è possibile inviarci segnalazioni in tempo reale anche con video e foto. Ricordiamo inoltre che cliccando "MI PIACE" sulla Pagina Facebook.com/VideoAndriaWebtv è possibile seguire tutte le news da Facebook. E' possibile scriverci anche via Whatsapp per inviarci segnalazioni anche con foto e video cliccando qui ed iscriversi al gruppo per la ricezione dei nostri link cliccando qui. Ricordiamo, inoltre, che è possibile seguire tutti i nostri tweet all'indirizzo https://twitter.com/videoandria. Gli aggiornamenti di VideoAndria.com sono anche su linkedin.com/company/andrianews e su https://vk.com/andrianews.