Caro Giorgino, che fine ha fatto il nuovo Teatro di Andria annunciato già dal 2010? Intanto più di 8600 andriesi chiedono di recuperare l’Astra

Sono passati anni da quando, nella campagna elettorali delle comunali andriesi del 2010, l’attuale Sindaco di Andria Nicola Giorgino annunciò la volontà di creare un nuovo grande teatro per la città di Andria. Un contenitore culturale che avrebbe portato grandi talenti in città e contemporaneamente avrebbe contribuito a coltivarne nuovi.

Lo ricorda ancora oggi uno spot diffuso anche su Youtube, risalente proprio a quella campagna elettorale:

Sono passati anni e due amministrazioni, oggi, con la seconda amministrazione Giorgino abbiamo ad Andria diversi centri culturali in più rispetto al passato: dall’Officina San Domenico, nel cuore del centro storico, alla nuova Biblioteca Comunale “G. Ceci” di Andria, passato per l’imminente nuovo centro culturale dell’ex Macello, attualmente in lavorazione. Un boom di centri culturali in pochissimi anni. Roba da far impallidire anche i gli altri capoluoghi pugliesi. Eppure, per la città federiciana manca ancora qualcosa di importante: un vero e proprio teatro.

E’ evidente che in un periodo di “vacche magre”, abbinato ad una crisi economica forse indotta da questioni internazionali che i comuni di Andria sono costretti a subire, l’idea di spendere ulteriori milioni di euro per la costruzione di un nuovo teatro risulterebbe piuttosto difficile da immaginarsi. Eppure c’è chi, come il prof. Riccardo Suriano, da tempo appassionato della Storia di Andria, ha proposto un’idea ambiziosa: recuperare lo storico Teatro Astra di Andria, in pieno centro cittadino. Un tempo punto di riferimento provinciale, oggi il Teatro, attualmente di proprietà privata, risulta inutilizzato. Perché quindi non investire risorse, magari anche attraverso l’ausilio di fondi esterni o di investimenti privati, per recuperare una struttura già esistente e pronta all’uso? Qualcuno ha formulato negli ultimi tempi alcune perplessità circa le reali potenzialità di un ipotetico Teatro Astra nuovamente funzionante, eppure l’opinione pubblica ad Andria non sembra affatto contrariata a questo: attualmente, sono oltre 8.600 i cittadini che hanno firmato la petizione promossa dal prof. Suriano per sollecitare gli enti locali a fare qualcosa per la storica struttura. Tra questi, spicca persino la firma del Vescovo di Andria, Mons. Luigi Mansi.

Lo ha ricordato lo stesso prof. Suriano con una foto diffusa sui social da Savino Montaruli (Associazione “Io Ci Sono!” di Andria e membro anche lui del comitato promotore):