Castel dei Mondi, a Piazza Catuma anche una bellissima trapezista per la costruzione del gigantesco mikado – VIDEO

Dopo il Battiti Live, la storica piazza andriese torna protagonista per un altro grande ed atteso evento: quello del Festival Internazionale Castel dei Mondi, giunto quest’anno alla sua XXI Edizione. Stavolta ad esibirsi in piazza sarà la compagnia francese CirkVOST con lo spettacolo “BOO“. Ad inaugurare il festival venerdì 25 agosto sarà infatti proprio l’allestimento di CirkVost in piazza Catuma, cuore della vita cittadina: un mikado gigante, con 368 pali di bamboo legati fra loro da 2000 nodi e sviluppati in 600 m2 di superficie. Questa struttura aerea monumentale, capace di ridisegnare lo spazio e moltiplicare i punti di vista, ospiterà le evoluzioni di 12 straordinari acrobati, per la prima volta in Italia con il loro ultimo spettacolo. Tra questi, spicca l’unica straniera del gruppo: la bella italiana Tiziana Prota, trapezista professionista impegnata anch’essa con i lavori di costruzione della struttura in queste ore, come documentato dal servizio televisivo diffuso anche sulla Pagina Facebook di Tele Sveva, che linkiamo qui sotto:

 

ANDRIA | Castel dei Mondi: nasi all’insù in piazza Catuma per seguire il montaggio della prima scenografia #andria #cultura #spettacolo

Posted by Telesveva on Monday, August 21, 2017

Grazie al gioco di trapezisti e musicisti, una vecchia foto di famiglia si anima, attraversando generazioni e sentimenti, per avvolgere gli spettatori nella magia di un racconto che travalica i codici tradizionali del circo.

“È una metafora dello spirito che pervade il festival, volto” – come sottolinea Riccardo Carbutti – a “sollecitare nel pubblico l’incantamento per le grandi storie, quelle di cui è intessuta non solo la letteratura ma anche la nostra vita di tutti i giorni. Nel segno di una cultura che non rinuncia a essere profonda e complessa, ma che ritiene, con la forza e il colore dell’arte, di poter arrivare a tutti. Nella scommessa che ‘profondo’ e ‘popolare’ non siano due termini in opposizione.”