Studenti e ragazzi ripuliscono Castel del Monte dai rifiuti, i turisti ringraziano – VIDEO

Lo scorso 16 settembre 2017, i volontari di protezione civile aderenti alle associazioni consorziate “Ambiente e/è Vita Onlus” &-“Nat. Federiciana Verde Onlus” hanno ancora una volta ripulito dai rifiuti la pineta di Castel del Monte in occasione dell’edizione 2017 della Giornata Ecologica.

Alle ore 8:45 i ragazzi coordinati dal prof. Francesco Martiradonna erano già operativi per la Giornata Ecologica con una squadra composta da quindici volontari e cinque ragazzi dell’Alternanza Scuola Lavoro del Liceo Scientifico R Nuzzi. La squadra è stata divisa in cinque gruppi da quattro e hanno operato a partire dalla piazza della Fontanina (che è ancora guasta, perde acqua oramai da quasi un mese), a terminare lungo i versanti della SP 234 Bis sino sulla SS170.

L’area più sporca è risultata quella del gabbiotto del GAL a finire all’area del Fontanino. In questi siti sono state raccolte molte bottiglie di birra e vino poche di liquori. La gente venuta per visitare il maniero federiciano ha ammirato ed elogiato l’operato dei ragazzi volontari. Sono stati raccolti due buste grandi di bottiglie e otto di rifiuti di ogni genere e inoltre coperchi in metallo di cucina e rimesso a posto i cartelli di tutela per l’area pineta. Alle ore 12 e 15 le buste sono state poste negli appositi cassonetti.

Il tutto avviene dopo un anno di intense attività che hanno aumentato la popolarità dell’associazione anche al di fuori dei confini territoriali.  La novità è proprio questa: l’associazione è oggi affermata e conosciuta su tutto il territorio Regionale e anche in altre regioni grazie agli interventi straordinari AIB sul Gargano a Jacotenente). Subito dopo la Giornata Ecologica, il nucleo di volontari delle associazioni consorziate è intervenuto in una villa confiscata per domare un’incendio che poteva rivelarsi fatale: come riportato anche dalla nostra redazione, infatti, una bombola del gas è di fatto saltata in aria causando fiammate poi fortunatamente spente grazie all’arrivo dei Vigili del Fuoco. Un’attività continua, quella del nucleo delle guardie federiciane, ormai nota da anni che certamente necessiterebbe di ulteriori sostegni ed aiuti da parte degli enti locali visto il prezioso contributo di azioni e sensibilizzazione. VIDEO: