Castel del Monte: da Federico II alle peroni abbandonate nella pineta – FOTO

Mentre i turisti tedeschi arrivano in massa ogni anno per poter visitare Castel del Monte, il castello fatto costruire da Federico II di Svevia oggi patrimonio UNESCO ed ubicato nell’omonima frazione della città di Andria. Ignoti “turisti” continuano troppo spesso ad abbandonare rifiuti d’ogni genere: dalle cartacce sino alle inconfondibili bottiglie in vetro delle “Peroni”, abbandonate lungo una pineta che già ha i suoi problemi da risolvere.

A poco o a nulla sembra siano serviti gli appelli e le iniziative di alcune associazioni ambientaliste che nei mesi scorsi erano intervenuti anche con operazioni di raccolta rifiuti abbandonati. La scarsa cultura di taluni, abbinata ad un vero e proprio menefreghismo (e ci dispiace molto dirlo, ma la situazione sembra proprio questa!) portano con il passare del tempo a raggruppamenti di immondizia persino nell’area naturale che circonda Castel del Monte. Come per le bottiglie di birra, molti di questi rifiuti abbandonati rappresentano potenziali risorse: il vetro, come anche la plastica, è infatti un materiale riciclabile.

Vedere questi rifiuti abbandonati nella pineta rappresenta quindi anche una sconfitta all’intelligenza umana: potrebbero essere conferiti presso strutture adibite alla lavorazione per il loro utilizzo e invece, essendo danneggiati e sporchi, non solo possono comportare il ferimento dei turisti, ma anche rischiare, una volta ritrovati, di finire nell’indifferenziato, aumentando quindi il conferimento in discarica piuttosto che nelle strutture di riutilizzo e quindi aumentando anche i costi di conferimento per i comuni, causando una potenziale aumento delle tasse che inevitabilmente si riverserà anche sulle tasche dei cittadini. Un problema di cui non ci stancheremo mai di elencare la soluzione: raccolta differenziata al massimo, formazione, informazione e coscienza ambientale. E’ questo l’argomento di cui i cittadini e i turisti dovrebbero quotidianamente parlare e migliorare.

La segnalazione è giunta via Whatsapp (a tal  proposito, ricordiamo inoltre che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui). Le foto:

un altro scatto fotografico: