Castel del Monte, il sogno di Giovanni Basile si avvera: nasce il Centro di Accoglienza Turistica completo di ristorante con prodotti tipici locali – VIDEO

E’ stato inaugurato lunedì 17 luglio 2017, a poche centinaia di metri da Castel del Monte, il Centro di Accoglienza Turistica di Giovanni Basile. Un’opera molto attesa dall’intera comunità andriese ma anche dai tantissimi turisti che, in forma singola, in gruppo o accompagnati dallo straordinario Staff di Guide Turistiche che operano presso il maniero federiciano, già da moltissimi anni hanno avuto modo di apprezzare e di godere della grande accoglienza professionale offerta dal C.A.T. di Giovanni Basile.

L’opera realizzata ed inaugurata è l’estensione di servizi già garantiti da moltissimi anni dallo Staff Basile che ora si arricchiscono di un prestigioso punto di ristoro; di un centro servizi alla persona, assistenza ed approvvigionamento di prodotti tipici locali, dotato di un’ampia e comoda sala coperta; di un’area relax esterna con giochi per bambini ed intrattenimento per adulti. Un sogno che si realizza dopo tantissimo tempo e dopo aver superato ostacoli di ogni genere. Emozionato, visibilmente emozionato il signor Giovanni Basile, titolare del C.A.T., coadiuvato splendidamente dai suoi cari, ha accolto nella sua nuova struttura tantissima gente, tantissimi amici e rappresentanti del mondo imprenditoriale ed istituzionale andriese presente all’inaugurazione. VIDEO:

 

Tra gli ospiti, invitato quale amico del signor Basile ma anche nella sua qualità di Operatore all’interno del Sistema Unimpresa Bat, il Presidente Savino Montaruli il quale ha portato il suo personale messaggio di congratulazioni sottolineando che, ancora una volta, il “privato” ha sopperito alle carenze “pubbliche” creando servizi reali ai turisti che anche per il 2016 hanno fatto registrare presenze di oltre 250 mila persone in un solo anno.

Basti pensare all’Info Point presso Castel del Monte, realizzato con soldi pubblici ma mai entrato in funzione nonostante sia stato da anni già costruito e al suo interno contenga attrezzature ancora imballate, mai usate e con il serio rischio che diventino ormai inutilizzabili. Un ringraziamento quindi ancor più grande a Giovanni Basile per il suo impegno e soprattutto per la passione con la quale si adopera al servizio della comunità.