Città del Vino festeggia 30 anni: premiata la famiglia de Corato di Andria della cantina Rivera

A 30 anni esatti dalla fondazione a Siena il 21 marzo 1987, nella sala Protomoteca del Campidoglio si sono ritrovati i sindaci dei territori vitivinicoli per il Trentennale dell’Associazione “Città del Vino”. Nella stessa occasione è stato consegnato il Premio Città del Vino a ex presidenti dell’Associazione, giornalisti, ricercatori, amministratori e a 17 famiglie di produttori di altrettante regioni perchè oltre il 90% della vitivinicoltura italiana è legata alle tradizioni e alla continuità familiare.

Tra le famiglie premiate anche quella dei de Corato di Andria della cantina Rivera (nella foto la consegna del Premio al dott. Carlo de Corato).

Nella stessa circostanza è stato presentato il “Libro Bianco” su sviluppo e prospettive dei Comuni associati da cui emerge uno spaccato rurale di società italiana (407 municipi, l’11,7% della popolazione nazionale) dove si consuma meno territorio, dove spesso la cementificazione trova un argine nella vigna, dove ci sono più laureati e diplomati e più lavoro: nei borghi e nelle comunità del vino il tasso di disoccupazione è di circa 3 punti più basso della media nazionale. Merito anche dell’enoturismo:tra il 2007 e il 2015 la crescita esponenziale di servizi e strutture turistiche con il + 99% contro il 28% del dato italiano.