Concerti PolarisDuo Andria e Modugno

Piani D’Istanti è il nuovo album del Polaris Duo, composto dai  musicisti Giuseppe Massarelli e Miro AbbaticchioVisioni di Suoni è il loro spettacolo, concerto per due pianoforti e immagini, a cura, queste ultime, del fotografo Nicola Amato.

Si tratta di una performance suggestiva ed emozionante. Sul palcoscenico, oltre ai due pianoforti c’è uno schermo sul quale il fotografo Nicola Amato anima in tempo reale immagini, video e foto che diventano opere d’arte, installazioni create su e per la musica. Uno spettacolo che coinvolge lo spettatore avvolgendolo ed emozionandolo. Due gli appuntamenti, il primo ad Andria, nell’ambito della VIII edizione del Festival Farinelli diretto dal M° Nicola Frisardi;

il secondo a Modugno, nell’ambito del cartellone “Le Quattro Stagioni, Racconto d’Inverno”, per la direzione artistica di Michele Bia, a cura de La Cittadella delle Arti. Giovedì, 14 dicembre, alle ore 20.30, ad Andria, presso l’ex Macello comunale, musica e immagini del Polaris Duo percorreranno quella “Puglia di mare, di genti e di terre”, tanto amata dai tre artisti, rendendo tangibile e visibile la bellezza dei luoghi e la loro storia, con un omaggio particolare a Castel del Monte e alla Città di Federico. Domenica, 17 dicembre, ore 19, a Modugno, presso il teatro urbano “G.Fava”, secondo appuntamento col Polaris Duo e Nicola Amato. I tre, apriranno il cartellone musicale de “Le Quattro Stagioni, Racconto d’Inverno”.

 

Repertorio

A partire da una formazione classica, il repertorio del Polaris Duo è caratterizzato dalla musica da film (di compositori quali M. Rozsa, J. Williams, George Gershwin, J. Barry, J. Goldsmith, J. Horner, Ryuichi Sakamoto, tutti vincitori di numerosi premi Oscar) e di propria composizione, con lavori che sono diventati colonne sonore di diverse produzioni filmiche e cortometraggi;

Il Polaris Duo propone anche i classici moderni della musica americana e francese del Novecento, Debussy, Ravel, Tailleferre,Gershwin, Copland. Il Polaris Duo, inoltre, si è dedicato alla trascrizione per due pianoforti e all’esecuzione dei più celebri brani dei Genesis.

Questo non ha impedito, negli anni, che i due musicisti si cimentassero nella composizione di brani originali, racchiusi nel loro nuovo progetto artistico, Piani D’Istanti. E’ il loro quarto album.Si compone di dieci brani originali che, con spirito contemporaneo, ritraggono in musica la sensibilità dei due maestri, colonna sonora del loro percorso artistico. Il risultato è un album di grande effetto, raffinato e descrittivo, in cui la musica raggiunge una capacità espressiva tale da divenire onomatopea del reale.