Consenso Sindaci: in Puglia giù tutti eccetto Giorgino (che aumenta di due punti)

Sorpresa per il consenso dei Sindaci, la classifica annuale stillata da Il Sole 24 Ore, (basata su un mix variegato di elementi in cui non è possibile distinguere i fattori emotivi e d’immagine da quelli più sostanziali dell’azione amministrativa), ha aggiudicato il primato assoluto a livello nazionale per la giovane Sindaca di Torino Chiara Appendino (Movimento 5 Stelle) che supera di gran lunga anche la sua collega romana Virginia Raggi.

A livello pugliese vi è un’altra sorpresa: quasi tutti giù, ovvero avrebbero tutti parzialmente ottenuto un punteggio inferiore al consenso elettorale registrato nel periodo dell’elezione. Tutti eccetto un Sindaco pugliese: Nicola Giorgino. Per il Sindaco di Bari Antonio Decaro, ad esempio, secondo la classifica diffusa da Il Sole 24 Ore, ci sarebbe stata una perdita di consensi pari al -7.4 rispetto al consenso elettorale.

Un -4.3 anche per il Sindaco forzista uscente Perrone, primo cittadino di Lecce.

Mentre il Sindaco di Andria Nicola Giorgino si è aggiudicato un punteggio pari al 54%, con un aumento di +1.8.

Anche se si tratta di una classifica ben diversa dalla questione elettorale, sarebbe quindi ipotizzabile che il consenso del Sindaco di Andria, come riportato nel punteggio della nota testata nazionale, possa essere aumentato nel tempo.  In questa maniera, il Sindaco di Andria si è aggiudicato un considerevole 47° posto a livello nazionale.

Sempre a livello nazionale, tra le conferme vi è invece la performance di Dario Nardella a Firenze, al secondo posto dopo aver vinto l’edizione 2014 ed essere arrivato sesto nel 2015, e i risultati di Luigi Brugnaro (Venezia) e Luca Perrone (Lecce), primo e secondo lo scorso anno e oggi al quarto posto alla testa della pattuglia di centrodestra. Sempre secondo la classifica Il Sole 24 Ore, tra i neo-sindaci solo la Raggi sprofonda sotto il 50%. A Milano Beppe Sala si piazza al 30esimo posto con il 55% (3,3 punti in meno rispetto al risultato di Pisapia dello scorso anno), mentre a Salerno Vincenzo Napoli (quarto con il 60%) prosegue la tradizione di alti consensi inaugurata dal suo predecessore Vincenzo De Luca. Da segnalare, poi, il risultato brillante di Clemente Mastella a Benevento, che con il 59,5% di «sì» occupa il decimo posto della graduatoria nazionale.