Coronavirus, crisi dell’artigianato. Nino Marmo (FI): “Datori di lavoro strozzati e dipendenti senza cig”

Coronavirus, crisi dell’artigianato. Nota del presidente del Gruppo consiliare di Forza Italia, Nino Marmo.”Datori di lavoro strozzati, fermi con le loro attività, a cui si chiedono onerosi pagamenti per consentire ai dipendenti di accedere alla cassa integrazione: quello che sta accadendo a causa di norme tutt’altro chiare può rappresentare l’ultima spinta per la scomparsa totale di un settore fondamentale e identitario per tutti i territori, come l’artigianato. Infatti, gran parte delle aziende del settore non erano iscritte negli Enti bilaterali e e non hanno versato la quota associativa, relativa ai dipendenti, al fondo bilaterale FSBA degli artigiani.

Condizione questa, imposta dal fondo come essenziale affinché si possa garantire ai dipendenti il beneficio della cig ed era un inconveniente che il presidente Emiliano aveva promesso di risolvere, ma non è stato fatto. Una questione che poteva valere in tempi normali: non hai pagato e quindi non ne usufruisci; ma in tempi così gravi e turbolenti si opera in deroga, così come quasi tutto è andato. In deroga. Il fondo FSBA, con circolare definitiva del 30/3/2020, ha invece definitivamente sancito che se non si pagano almeno 36 quote mensili arretrate (circa 500 euro per ogni dipendente), non si può accedere alla cig. Come è ovvio che sia, sono pochissime le aziende che hanno aderito, visto che non tutti possono permettersi di pagare cifre del genere per oneri pregressi, sebbene rateizzabili in 12 rate al massimo.

È necessario rimuovere l’obbligo di questo pagamento, anche per incentivare sul serio l’iscrizione delle imprese al fondo. La Regione, per esempio, potrebbe mettere delle risorse sul piatto per sostituirsi agli artigiani e versare all’Ente Bilaterale quanto dovuto, o comunque a sospendere questo adempimento per allinearsi in tempi migliori. Nel frattempo gli artigiani avranno compreso l’utilità di queste partecipazioni, al momento utile servono eccome! Dall’altro lato emanare circolari univoche e chiare, sia da parte dell’Ente Bilaterale che da parte del Governo Nazionale affinché l’INPS consenta l’accesso ai propri servizi, per consentire ai dipendenti, ma anche agli artigiani in proprio di beneficiare degli ammortizzatori sociali. Diversamente, non si può mettere il cappio alla gola ad un piccolo imprenditore: se non paghi, non sosteniamo i tuoi dipendenti (e le loro famiglie!).

Ci siamo più volte interfacciati con l’Assessore Mino Borraccino che ha assicurato il proprio intervento, ma serve anche l’attenzione dell’assessore al Lavoro Sebastiano Leo.
Emiliano sia più attento ad ascoltare i nostri artigiani e intervenga responsabilmente sulla conferenza Stato Regioni per sciogliere al più presto questi nodi e aiutare realmente un settore così importante: non basta annunciare aiuti e sostegni, bisogna realizzarli a 360 gradi!” – conclude il presidente Nino Marmo.

Ricordiamo inoltre che è possibile seguire tutti gli aggiornamenti cliccando “Mi Piace” sulla Pagina Facebook.com/videoandriawebtv. Scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile inviare segnalazioni, video e foto per la pubblicazione. Inoltre, è possibile iscriversi al gruppo Whatsapp cliccando qui, oppure iscriversi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscriversi al gruppo Facebook cliccando qui. Per l’inserimento di materiale, informazioni, comunicati, richieste di rettifiche e chiarimenti, è possibile anche scriverci via email all’indirizzo redazione@videoandria.com).

 

Ricordiamo che è possibile ricevere tutte le news in tempo reale dall'app gratuita Telegram iscrivendosi al seguente indirizzo: https://t.me/andriabarlettatrani. Sempre attraverso Telegram è possibile inviarci segnalazioni in tempo reale anche con video e foto. Ricordiamo inoltre che cliccando "MI PIACE" sulla Pagina Facebook.com/VideoAndriaWebtv è possibile seguire tutte le news da Facebook. E' possibile scriverci anche via Whatsapp per inviarci segnalazioni anche con foto e video cliccando qui ed iscriversi al gruppo per la ricezione dei nostri link cliccando qui. Ricordiamo, inoltre, che è possibile seguire tutti i nostri tweet all'indirizzo https://twitter.com/videoandria. Gli aggiornamenti di VideoAndria.com sono anche su linkedin.com/company/andrianews e su https://vk.com/andrianews.