Crollo ad Andria: tre indagati nell’inchiesta della Procura di Trani

Disastro colposo aggravato da crollo e lesioni: è l’ipotesi di reato su cui indaga la Procura di Trani che ha aperto un fascicolo sul crollo parziale dello stabile di via Pisani. Al momento, risulterebbero tre gli indagati:

a finire sotto indagine sarebbero il proprietario del cantiere, il progettista e il direttore dei lavori. Nelle ore successive al crollo, i militari dell’Arma dei Carabinieri hanno raccolto ulteriori informazioni utili alle indagini e non sarebbe da escludere l’ipotesi di introduzione di ulteriori soggetti nell’elenco degli indagati. Condividiamo qui sotto il vidoe diffuso sul canale YouTube dell’emittente televisiva Telesveva:

L’episodio ha visto anche il ferimento di un Vigile del Fuoco, così come documentato da questo filmato rilanciato anche da svariate emittenti televisive:

Ricordiamo inoltre che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile inviare segnalazioni, immagini per la pubblicazione, mentre, per seguire tutte le news in tempo reale, è possibile partecipare al gruppo Whatsapp della provincia di Barletta – Andria – Trani oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui oppure scrivendoci anche all’indirizzo redazione@videoandria.com).

Ricordiamo che è possibile ricevere tutte le news in tempo reale dall'app gratuita Telegram iscrivendosi al seguente indirizzo: https://t.me/andriabarlettatrani. Sempre attraverso Telegram è possibile inviarci segnalazioni in tempo reale anche con video e foto. Ricordiamo inoltre che cliccando "MI PIACE" sulla Pagina Facebook.com/VideoAndriaWebtv è possibile seguire tutte le news da Facebook. E' possibile scriverci anche via Whatsapp per inviarci segnalazioni anche con foto e video cliccando qui ed iscriversi al gruppo per la ricezione dei nostri link cliccando qui. Ricordiamo, inoltre, che è possibile seguire tutti i nostri tweet all'indirizzo https://twitter.com/videoandria. Gli aggiornamenti di VideoAndria.com sono anche su linkedin.com/company/andrianews e su https://vk.com/andrianews.