De Mucci (FI BAT): “il fronte del NO ha unito ciò che di solito la politica divide. Contro un parlamento illegittimo e mai eletto”

forza-italia-bat-fiat-500-no-referendum-costituzionale“Il fronte del NO ha avuto il potere di unire ciò che la politica divide, a dimostrazione di come questa riforma sia pensata male e scritta peggio, una riforma fatta solo nell’interesse dei tecnocrati e burocrati dell’alta finanza”.

“Basta con la burla della stabilità e dei mercati. – commenta Luigi De Mucci, commissario provinciale FI – Il voto appartiene al popolo che è sovrano. Si vogliono ridurre gli spazi di democrazia e libertà. Con un presidente del consiglio e segretario del suo partito, ove malauguratamente dovesse passare il referendum, il buon Renzi potrà nominarsi il presidente della Repubblica, i membri del CSM e i giudici della Corte costituzionale. Di contro, avremo un Senato che non sarà affatto abolito, ma diverrà il dopolavoro di sindaci e consiglieri regionali nominati dalle segreterie di partito.”

“Il peggior parlamento della storia della Repubblica, illegittimo e mai eletto, non può mettere mano alla Costituzione voluta e redatta dai nostri padri costituenti. La storia ci insegna di come tante donne e uomini abbiano versato sangue dando spesso la vita per amor di patria e per amore della nostra bandiera. Hanno difeso strenuamente la nostra storia, le nostre origini e i nostri simboli. La riforma è anche un voto sull’operato del governo Renzi che ha aumentato la spesa, il deficit senza far ripartire nè l’economia, nè l’occupazione. Ha incancrenito problemi come la sicurezza e l’immigrazione clandestina, esponendo gli italiani a rischi sempre maggiori. <In ultimo, ci vogliono propinare questa pasticciata riforma costituzionale votata in parlamento a colpi di maggioranza e sostenuta da signori come Alfano, Verdini e Co”.

“Un atto di arroganza e presunzione quello messo in scena da Renzi e dai suo servi sciocchi, che va punito con un voto libero per amore di noi stessi e delle future generazioni – conclude De Mucci – Un NO per la libertà, un NO per la democrazia, un NO per la sovranità. Io voto NO per amore della mia amata e maltrattata Italia – conclude De Mucci.