Dipendenti della Provincia BAT, “senza stipendi e tredicesime a Natale, dobbiamo aprire un contenzioso?”

AGGIORNAMENTO venerdì 22 dicembre 2017: il pagamento dello stipendio, ci fa sapere il dipendente, è stato effettuato in data odierna. Eppure non si potrebbe certo giustificare la cosa come un problema di bilancio, visto e considerato che quei soldi inviati dallo Stato sono esclusivamente destinati ai dipendenti della Provincia così come avviene per i comuni e le regioni

Che fine hanno fatto gli stipendi dei dipendenti della Provincia BAT? Natale si avvicina e tutti i dipendenti Statali, avendo ricevuto stipendio e tredicesima, vanno a zonzo per le vie della città a fare acquisti… Bellissima sensazione che scalda il cuore! Ma per i dipendenti della BAT, questo piacere effimero è stato vietato: loro non riscuotono, attendono in natalizia veglia che Gesù, nascendo, faccia loro il dono del meritato stipendio, almeno di quello, visto che le indennità accessorie, tipo la produttività, sono state congelate (non si sa a quale titolo), da quella dovuta del 2015, e quelle degli anni successivi non si capisce, (ma voci di corridoio dicono che a pochi eletti membri della Provincia leggi P.O, quasi tutti dei vari sindacati, hanno ricevuto cotal dono), ma son sicuro che sono solo cattive voci”a scrivercelo è stato un dipendente della Provincia di Barletta – Andria – Trani che segnala così la mancanza di ricezione del dovuto stipendio e tredicesima. Come scritto, non solo non si hanno notizie della retribuzione, ma nemmeno delle indennità accessorie. Il mito del “posto pubblico” viene dunque sfatato, almeno per quanto riguarda la Provincia BAT.

“Degli emolumenti previsti per legge dello Stato,”proseguiva il dipendente autore del comunicato inviato in redazione – “già a novembre fu deciso arbitrariamente uno slittamento, ma si sa che per legge dello Stato, nessun dirigente o altro ha facoltà di gestire a proprio piacimento gli stipendi, ed ora non si vedono all’orizzonte. Una delle scuse fatte girare è la diatriba tra provincia e regione Puglia, ma anche questa è una balla, perchè nel DEF del Governo per il 2018, il termine ultimo è stato fissato al 30 giugno dell’anno su menzionato, con la raccomandazione di mantenere costanti i pagamenti previsti per i dipendenti, e le eventuali azioni tra le due amministrazioni vanno risolte in separata sede e non a discapito dei dipendenti…quindi, a questo punto la domanda sorge spontanea: Caro presidente, cari dirigenti della BAT, che dite se ci godiamo anche noi il Natale in santa pace, o dobbiamo aprire un contenzioso con voi? Gesù bambino dice che dobbiamo essere tutti più buoni” – concludeva il dipendente.