Disastro ferroviario del 12 luglio 2016. Medaglia al pompiere che salvò Samuele

Quel tragico giorno, 12 luglio 2016, non lo dimenticherà mai. Ottavio Daniello Trerotoli quel giorno è stato uno dei tanti eroi che hanno portato in salvo i viaggiatori che si trovavano sui treni della Ferrotramviaria e che sfortunatamente si trovarono a patire l’incidente ferroviario tra Andria e Corato. L’incidente, il più grave disastro ferroviario mai avvenuto in Puglia, causò la morte di 23 persone e il ferimento di una cinquantina di viaggiatori.

Il momento più bello è stato vedere quel bambino che si allontanava da quel disastro” – ha dichiarato Trerotoli – “Ci tenevo tantissimo a non farglielo vedere, non volevo che lui guardasse cosa ci girava attorno”. E’ questo il ricordo di Ottavio Daniello Trerotoli, il Vigile del Fuoco insignito oggi dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella dopo che si distinse per il salvataggio di Samuele, bambino di 6 anni che era rimasto imprigionato nel vagone. “L’ho supportato psicologicamente grazie all’aiuto di mio figlio si può dire, perché ho raccontato a Samuele le stesse storie”, racconta Il Vigile del Fuoco pugliese che poi sottolinea: “il nostro lavoro è sempre prezioso, ogni qualvolta ci muoviamo lo facciamo per il prossimo. La medaglia del presidente Mattarella ha un valore importantissimo sia per me sia per tutti i Vigili del Fuoco, dà onore a tutti, per il lavoro che facciamo, a cominciare da quello nelle zone colpite dal sisma”.