Discarica Comunale Andria: approvati 5.800.000 euro per bonifica e messa in sicurezza, Del Giudice: “obiettivo tutela salute e ambiente”

È di quasi 5.800.000 euro il finanziamento per le misure di prevenzione riguardanti la discarica comunale San Nicola la Guardia. È quanto riportato nelle determina dirigenziale n° 279 del 15 novembre scorso, pubblicata dal Settore Ciclo Rifiuti e Bonifica della Regione Puglia. Il Comune di Andria, infatti, in seguito ad Avviso di pubblica selezione riguardante la Misura 6.2 Asse IV P.O.R. Puglia FESR FSE 2014/2020, presentava progetto e istanza di finanziamento per le misure di prevenzione e sicurezza in riferimento alla discarica comunale San Nicola La Guardia.

La Commissione tecnica di valutazione, dopo le opportune verifiche, ha ritenuto valido e meritorio il progetto ammettendolo al finanziamento. “È grande la soddisfazione per lo straordinario risultato raggiunto – ha commentato Luigi del Giudice, assessore alle Politiche per l’Ambiente e la Qualità della vita – perché ci consentirà di procedere ad interventi significativi per la bonifica e la messa in sicurezza della discarica comunale a tutela della qualità ambientale e della salute dei cittadini”.

“Mi preme ringraziare – continua Del Giudicequanti hanno consentito, nella continuità amministrativa, il raggiungimento di un obiettivo fondamentale e strategico, in primis tutti i collaboratori del Settore Ambiente e Lavori Pubblici sapientemente coordinati dall’ing. Quacquarelli. La salubrità del territorio e la sostenibilità dei depositi controllati dei rifiuti solidi urbani rappresentano una delle priorità della nostra azione politica. Continueremo a migliorare i piani di sorveglianza e di controllo sui parametri chimico-fisici e idrogeologici per garantire tutta la Comunità andriese”.

“Anche ai cittadini – conclude Del Giudicechiediamo di porre maggiore attenzione nella raccolta differenziata dei rifiuti e di indirizzare sempre più i comportamenti a maggiore senso civico, per esempio, non abbandonando i rifiuti per le strade”.