Domenica 9 aprile concerto solidale presso la chiesa della SS. Annunziata di Andria per le donne malate di cancro

Al via ‘Le Amiche per la Vita’, iniziativa solidale che nasce con l’intento di sostenere moralmente, psicologicamente ed economicamente le Amiche che ogni giorno combattono la malattia del secolo. A metterla in campo è l’Associazione ‘Le Amiche per le Amiche’ di Andria.

“Un percorso tutto nuovo” – spiega la Presidente, Avv. Francesca Magliano – “che vedrà le nostre Amiche in prima linea nella lotta al cancro. In questo non vogliamo sovrapporci alle diverse associazioni che compiono egregiamente ogni giorno il proprio lavoro di ricerca ed assistenza medica. Il nostro compito sarà farle sorridere, aiutarle a vedersi più belle, ad avere momenti di spensieratezza, ad affiancare i loro progetti, mission naturale de ‘Le Amiche per le Amiche”.

A questo proposito domenica 9 aprile alle ore 20,30 presso la chiesa della SS. Annunziata, con il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura di Andria, ci sarà un concerto di musica sacra. Si esibirà un’orchestra composta da 14 elementi con la voce Soprano di Angelica Meo che interpreterà lo ‘Stabat Mater’ di Giovanbattista Pergolesi. A dirigere ci sarà Michele Lorusso con il contralto di Tina D’Alessandra e la partecipazione delle Ensemble di Archi Federiciano. A presentare la serata sarà il giornalista Nicola Curci con Paolo Costanzi Petrancola voce narrante.

Un concerto che trasmetterà emozioni” – precisa la Presidente, Avv. Francesca Magliano – “ perché la Pasqua per chi è cristiano rappresenta la resurrezione dopo la morte e quindi la speranza, la luce, l’esperienza più forte di fede. I fondi raccolti serviranno a sostenere l’iniziativa dell’amica Teresa Calvano e dell’Associazione ‘Onda D’urto’ rappresentata da Tony Tragno. Teresa, con grande forza, combatte la malattia, senza perdere il suo splendido sorriso, cuce personalmente bellissimi turbanti che regale alle Anime belle! La generosità d’animo di Teresa ed il suo amore per la vita, trasmettono a tutte noi esemplare coraggio e gioia di vivere – conclude la presidente Magliano.