Dopo anni dalla tragedia Andria-Corato “zero interventi in 7 reti su 12, dal Friuli alla Puglia”

Sicurezza ferrovie, concessionarie regionali a rilento dopo il disastro Andria-Corato: “Zero interventi in 7 reti su 12, dal Friuli alla Puglia” – si intitola così un articolo diffuso su Il Fatto Quotidiano:

Nell’articolo si menziona il dossier dell’Agenzia nazionale per la sicurezza si legge che alcune concessionarie, in merito alle iniziative finalizzate a garantire lavori per la sicurezza sulle ferrovie a seguito della drammatica tragedia ferroviaria avvenuta tra i territori di Andria e Corato nel 2016, nonostante questo valutino “l’idea che l’adozione di provvedimenti cautelativi“, avanzando persino l’ipotesi di come la riduzione della velocità dei treni, “possano consentire di rimandare“. Secondo quanto riferito dai dati pubblicati nell’articolo, soltanto due concessionarie ferroviarie su 12 avrebbero già completato l’adeguamento alle norme che si trascina da quasi un decennio. Una situazione che dovrebbe far riflettere, non solo a nome della sicurezza che va garantita sull’intero territorio nazionale ma anche nei confronti di chi, proprio a causa di insufficienti misure per garantire la stessa, ha perso la vita. Fonte:

https://www.ilfattoquotidiano.it/2020/06/17/sicurezza-ferrovie-concessionarie-regionali-a-rilento-dopo-il-disastro-andria-corato-zero-interventi-in-7-reti-su-12-dal-friuli-alla-puglia/

Ricordiamo inoltre che è possibile seguire tutti gli aggiornamenti cliccando “Mi Piace” sulla Pagina Facebook.com/videoandriawebtv. Scrivendo un messaggio al numero Whatsapp è possibile inviare segnalazioni, video e foto per la pubblicazione. Inoltre, è possibile iscriversi al gruppo Whatsapp cliccando qui, oppure iscriversi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscriversi al gruppo Facebook cliccando qui. Per l’inserimento di materiale, informazioni, comunicati, richieste di rettifiche e chiarimenti, è possibile anche scriverci via email all’indirizzo redazione@videoandria.com).