Dopo due anni lo ripetiamo: non è stato un incidente

Oggi 12 luglio ricordiamo chi due anni fa perse la vita in un lampo, a causa dello scontro tra due treni. Ho perso tanti concittadini ed una vecchia conoscenza, Jolanda. Il 10 luglio 2016 ricordo di aver preso uno di quei treni per raggiungere Bari. All’epoca tutti salirono sul primo convoglio, quasi come se fosse la cosa più giusta.

Io, quasi istintivamente, pensai “ma in caso di incidente non è meglio stare seduti all’ultimo convoglio?” e così, il mio pensiero pessimista mi portò a sedermi tra gli ultimi vagoni. Dopo due giorni, la tragedia. Ovviamente, il mio ragionamento non era comunque un pensiero sensato, perché quella strage non doveva accadere. Non è stato un incidente.

“Dalle carte della procura hanno nascosto ben 20 pericolati, questo pone gravi dubbi sull’operato e vogliamo che non ci siano altri morti in futuro” – è l’urlo di chi oggi, anche a distanza di anni, rimarca giustamente affinché la tragedia resti un brutto ricordo che non venga ripetuto. Video: