Droga, furti e resistenza a pubblico ufficiale ad Andria: arresti della Polizia di Stato

Non si ferma nella città di Andria l’attività di prevenzione disposta dal Questore di Bari. Nel corso dell’ultimo controllo straordinario del territorio coordinato dal Commissariato di Andria, denominato “servizio ad Alto Impatto”, gli uomini del Commissariato, insieme ad alcuni equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine di Bari ed unità cinofile antidroga, hanno passato al setaccio i luoghi di aggregazione e le zone abitualmente frequentate da pregiudicati e monitorato le arterie stradali del territorio mediante mirati posti di controllo, sottoponendo a verifica i veicoli in transito.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Nel corso delle attività sono state eseguite svariate perquisizioni locali e personali, sia in abitazioni di pregiudicati che di soggetti ritenuti sospetti, finalizzati alla prevenzione e repressione dei reati predatori e della diffusione delle sostanze stupefacenti.
Sono stati inoltre contestati ad alcuni giovani illeciti amministrativi per detenzione a fini personali di sostanze stupefacenti.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Nel corso dei servizi, gli Agenti hanno tratto in arresto:
in esecuzione di provvedimento emesso dal Tribunale dei Minori di Bari, per l’espiazione della pena residua tre anni e quattro mesi, di C.A., andriese del 1994, ritenuto responsabile dei reati di rapina e ricettazione;

in esecuzione di provvedimento emesso dalla Procura del Tribunale di Trani, per l’espiazione della pena residua di mesi sei, T. R., andriese del 1953, resosi responsabile del reato di resistenza a Pubblico Ufficiale.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Nel corso dei controlli, è stato altresì deferito all’Autorità Giudiziaria, P.G., classe 1967, andriese, per la violazione degli obblighi imposti dalla misura della sorveglianza speciale.

- Prosegue dopo la pubblicità -