E ad Andria torna il calendario dei migranti

Un racconto di immagini che colgono l’amore, il lavoro, l’amicizia, il gioco, l’attesa e la preghiera di un gruppo di persone, che fanno del servizio all’altro il loro credo

Le tavole del Calendario “Bianco&Nero”, promosso dalla Comunità MigrantesLiberi – operante nella Città di Andria e territorio della Provincia Barletta-Andria-Trani, nell’ambito del Servizio di Protezione Richiedenti Asilo e Rifugiati (SPRAR) “Come.Te”, presso la Casa di Accoglienza “Santa Croce-Rosario Livatino”, bene confiscato alla criminalità -, ideato dall’agenzia MediaE20 con fotografie di Sabino Liso e Raffaele Alicino e grafica di Giuseppe Rella, ne fanno un prodotto editoriale, che riflette la narrazione quotidiana di uomini e donne con relazioni umane sane e condivisione di valori sociali robusti.

Un racconto di immagini sul crinale tagliente del bianco e del nero, che colgono l’amore, il lavoro, l’amicizia, il gioco, l’attesa e la preghiera di un gruppo di persone, che fanno del servizio all’altro/a il loro credo.

La lente fotografica consente di mostrare la simultaneità del bianco e del nero, che non possono stemperarsi se volti, mani e cuori non si mescolano per la realizzazione di un pantone umano, dove saperi e costumi differenti possono originare un cambiamento antropico, sociale, sano e bello da vivere.

L’obiettivo della Comunità MigrantesLiberi è toccare i tessuti sociali di questo tempo storico-culturale e contaminarli con i colori della verità che sono il bianco e il nero, con le gradazioni colorate, che ne scaturiscono per il riscatto di vite dimenticate, abusate e rifiutate.

Nel lento scorrere dei giorni e dei mesi di questo nuovo anno 2017 l’invito a scorgere nel Kronos il Kairos, nel tempo sequenziale e cronologico il momento giusto e opportuno, bello e supremo.

La distribuzione del calendario avverrà tramite gli operatori delle case di accoglienza rappresentati nelle immagini che seguono nella galleria fotografica.