Ecco come la Polizia Locale di Andria è riuscita ad individuare gli autori del rogo – video

Scatta il rogo, la nube, l’ennesima puzza di bruciato in città ma stavolta anche il riconoscimento dei trasgressori. Lo spiega l’assessore Pierpaolo Matera nel corso di un’intervista televisiva: “attraverso un rovistamento dei rifiuti (i vigili si sono sporcati materialmente le mani) siamo riusciti fortunatamente a risalire agli autori dell’abbandono che sono stati individuati, chiamati al comando e pesantemente sanzionati”. 

L’appello di Matera è quello di instaurare una collaborazione costante tra amministrazione comunale – comando di Polizia Locale e cittadini andriesi. Il territorio della città risulta infatti particolarmente esteso e pertanto più facilmente soggetto a fenomeni non facilmente individuabili nel breve tempo.  Video di Amica9tv:

La segnalazione è giunta in redazione attraverso il nostro sistema di segnalazione mobile (a tal proposito, ricordiamo inoltre che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni, immagini e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui oppure scrivendoci anche all’indirizzo redazione@videoandria.com).

Ricordiamo che è possibile ricevere tutte le news in tempo reale dall'app gratuita Telegram iscrivendosi al seguente indirizzo: https://t.me/andriabarlettatrani. Sempre attraverso Telegram è possibile inviarci segnalazioni in tempo reale anche con video e foto. Ricordiamo inoltre che cliccando "MI PIACE" sulla Pagina Facebook.com/VideoAndriaWebtv è possibile seguire tutte le news da Facebook. E' possibile scriverci anche via Whatsapp per inviarci segnalazioni anche con foto e video cliccando qui ed iscriversi al gruppo per la ricezione dei nostri link cliccando qui. Ricordiamo, inoltre, che è possibile seguire tutti i nostri tweet all'indirizzo https://twitter.com/videoandria. Gli aggiornamenti di VideoAndria.com sono anche su linkedin.com/company/andrianews e su https://vk.com/andrianews.