“Ecco perché non stanno raccogliendo l’umido ad Andria” – video

Non hanno raccolto i vostri rifiuti? Semplice: la città è indebitata. Lo assicura il consigliere comunale Michele Coratella in un nuovo filmato diffuso sui social dove affronta la questione della mancata raccolta dei rifiuti organici nella città di Andria, disservizio segnalato più volte dai cittadini anche al nostro sistema di segnalazione mobile (a tal proposito, ricordiamo inoltre che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni, immagini e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui oppure scrivendoci anche all’indirizzo redazione@videoandria.com).

“Il Settore Ambiente, su segnalazione della Sangalli, informa che, a causa di ritardi nelle attività di conferimento dei rifiuti nella piattaforma posta nel tarantino, si stanno verificando rallentamenti nella raccolta dell’umido nelle zone della città nelle quali è prevista” – facevano sapere fonti dell’amministrazione comunale con un comunicato stampa diffuso nelle ultime ore.  Stando a quanto riportato dal consigliere comunale del Movimento 5 Stelle, invece. sarebbe giunta ad Andria una lettera dell’azienda appaltatrice che di fatto diffiderebbe il comune di Andria. “Il Comune di Andria non paga per 11 milioni di euro. Parliamo di circa quattro anni fa. Sappiate che se trovate l’immondizia sotto casa vostra è perché il comune non paga i debiti. Il Comune di Andria ha già l’indice di indebitamento al massimo quindi non può fare altri mutui. A Canosa il Sindaco paga a trenta giorni dalla presentazione della fattura quindi un’altra strada è possibile“. Linkiamo qui sotto il video diffuso da Coratella sui social: